S&P500, il quadro grafico resta debole. I massimi di seduta, a 4200 punti, si sono infatti scontrati con il 23,6% di ritracciamento del ribasso dal top di fine marzo, il primo tra quelli rilevanti degli scalini di Fibonacci, resistenza che per adesso ha tenuto. L'indice deve ancora dimostrare di saper contrastare le spinte ribassiste emerse con la candela "marubozu" del 29 aprile, un elemento caratterizzato da un'ampia estensione che testimonia della forza della corrente di vendita. Sopra area 4200 i prezzi potrebbero tentare di mettere alla prova la successiva resistenza critica, quella dei 4285 punti. Solo oltre quei livelli atteso il test di area 4350, ultimo ostacolo a separare l'indice dal raggiungimento del lato alto del canale ribassista disegnato dal top di gennaio, passante in area 4560. Il canale potrebbe anche dimostrarsi un "flag", figura di continuazione del trend rialzista di medio lungo periodo, ma solo la rottura del suo lato alto ne sarebbe la prova. Senza il superamento di area 4200 e in caso di violazione di 4130 atteso un nuovo test del minimo del "martello" del 2 maggio, a 4063, poi della base del "flag", passante a 4000 circa.

(AM)