Seduta in calo giovedì per il Ftse Mib future, terminata a 23375 punti con un -0,76% (range di seduta 23220-24155). Nella prima parte della giornata le quotazioni si erano avvicinate alla resistenza critica dei 24330 punti, area di transito della media mobile esponenziale a 50 giorni e del lato alto del canale ribassista disegnato dal top di fine marzo, ma se ne sono poi allontanate, condizionate dal crollo della borsa Usa: i mercati temono una frenata dell'economia innescata dal rialzo dei tassi. Il superamento del lato alto del canale citato permetterebbe di catalogarlo come un "flag", figura di continuazione del rialzo precedente che avrebbe spazio per estendere anche oltre i 25600 punti, dove transita la linea ribassista disegnata dal top di gennaio (prime conferme sopra 24975, media esponenziale a 100 giorni). Sotto area 23500 diverrebbe invece concreto il rischio di un nuovo test di area 22950/23000, dove si collocano i minimi del 27 aprile e del 2 maggio. Con la violazione di quei livelli le speranze di un rialzo verrebbero accantonate, primo supporto a 22500, 61,8% di ritracciamento (percentuale di Fibonacci) del rialzo dal minimo di inizio marzo, poi a 22000 circa.

(AM - www.ftaonline.com)