Piazza Affari di nuovo in rosso, resta alta la tensione. FTSE Mib -0,8%, FTSE ItaliaAll-Share -0,8%, FTSE Italia Mid Cap -0,79%, FTSE Italia STAR +0,29%. Sottola parità anche le altre principali piazze azionarie europee. DAX -1,72%,Eurostoxx 50 -0,82%, CAC 40 -0,56%, IBEX 35 -0,48%, FTSE 100 -0,97%.

Wall Street positiva dopo due ore circa di contrattazioni. S&P 500 +0,36%, Nasdaq 100+0,95%, Dow Jones +0,01%. Euro in calo contro Dollaro. Cambio a 1,0520dopo un minimo di giornata a 1,0482. BTP ancora in recupero, Spread inrisalita: il rendimento del decennale si attesta al 3,49% (chiusura precedentea 3,63%), lo spread sul Bund sale a 205 bp (da 200).

Petrolio in lieve calo. Il Brent si attesta a 111,20$/barile, mentre il WTI quota 105,20 $/barile. Oro in lieve flessione dailivelli di ieri a 1837,1 dollari.

Deboli tra i titoli del FTSE Mib quelli del compartobancario. Unicredit -3,95%, Intesa-2,16%, BPer Banca -4,81%. Pesanti venditeanche su Cnh Industrial (-6,44%) e nuova giornata di passione per Saipem (-8%).In contro tendenza Amplifon (+7,93%) e Diasorin (+5,87%), bene anche Recordati(+3,68%) e Terna (+3,45%), positiva con il comparto Utility.

Telecom Italia (-0,15%) e Leonardo (-1,65%) sotto la parità.La gara europea con base d'asta che prevede la realizzazione e la gestione delPolo Strategico Nazionale, è stata aggiudicata al raggruppamento costituito daAruba e Fastweb che ha offerto uno sconto medio sui listini posti a base digara (pari a 4,4 miliardi di euro) del 39,19%. Il consorzio promotore delprogetto formato da Telecom, Leonardo, Sogei e CDP ha offerto uno sconto mediodel 23,36% e ora ha quindici giorni di tempo per esercitare il diritto diprelazione, offrendo le stesse condizioni di Aruba-Fastweb. La notizia ènegativa dato che il ricavato del contratto sarà, in caso di esercizio deldiritto, ben al di sotto dell'offerta proposta.

Banca MPS (-2,99%) debole dopo che il cda ha approvato ieriil nuovo Piano Industriale 2022–2026. Tra gli elementi principali troviamol'uscita di circa 4 mila dipendenti, con "un risparmio dei costi pari aEuro 270 milioni su base annua a partire dal 2023, a fronte di costi di ristrutturazionepari a circa Euro 0,8 miliardi" e la " riduzione di 150 filiali (dicui 100 entro il 2024), che porterà il numero totale a circa 1.218". Ilcost/income ratio è atteso passare dal 71% del 2021 al 60% nel 2024 e al 57%nel 2026. Il piano prevede un aumento di capitale da 2,5 miliardi di euro darealizzarsi entro fine anno per il quale il Tesoro, azionista di maggioranzacon il 64,23%, ha già dato conferma di partecipazione.

Somec +3,34% sale dopo la sottoscrizione di un accordo preliminareper l'acquisizione della quota di maggioranza di Budri Srl, una delleeccellenze mondiali nella lavorazione del marmo.

Sul fronte macroeconomico da segnalare che negli USA l'indicePMI manifatturiero si è attestato a giugno a 52,4 punti, a fronte di un consensuspari a 56,0 e di un dato precedente a 57,0 punti. L'indice PMI servizi di giugnoè risultato pari a 51,6 punti. Il consensus era a 53,9 mentre la rilevazioneprecedente a 53,4 punti.

(AC - www.ftaonline.com)