Seduta volatile per il Ftse Mib future. Il Ftse Mib termina la seduta in calo dello 0,47% a 21585 punti dopo avere oscillato tra 21335 e 21855. I massimi di giornata sono arrivati quasi a ricoprire il gap ribassista del 22 giugno, con lato alto a 21905, ma non sono riusciti ad andare oltre. Anche in caso di rottura di quella resistenza i prezzi dovrebbero poi salire al di sopra di 22390, base del canale laterale disegnato dal top di fine marzo, linea violata al ribasso il 13 giugno e ora resistenza, per confermare una ritrovata intonazione positiva. Resistenze successive a 23100, poi a 23685, top del 10 giugno. Il superamento di quest'ultimo ostacolo permetterebbe di iniziare a sperare in una ripresa di un trend rialzista duraturo. Sotto i minimi di giovedì a 21335 supporto a 21065, minimo di marzo e 50% di ritracciamento del rialzo da marzo 2020, quindi livello critico anche in ottica di medio periodo. La violazione del 50% di ritracciamento aprirebbe la strada al test del livello di supporto successivo, il 61,8% di ritracciamento, a 19400 circa.

(AM - www.ftaonline.com)