Il Consiglio di Amministrazione di *Servizi Italia *– società quotata al segmento STAR di Borsa Italiana eleader nel mercato dell'outsourcing di servizi ospedalieri in Italia, Brasile, Turchia, India, Albania eMarocco– ha approvato in data odierna il Resoconto intermedio di gestione al 31 marzo 2021.

"Quello appena concluso – ha dichiarato Roberto Olivi, Presidente e membro del comitato esecutivo diServizi Italia S.p.A. – è stato un trimestre particolarmente impegnativo, caratterizzato da una costanteattenzione al contenimento degli effetti della crisi pandemica in corso senza tuttavia dimenticare gli obiettividefiniti nel piano industriale i quali, ad oggi, risultano non disattesi. L'operazione di cessione del ramo d'aziendaworkwear, conclusasi nei tempi e con i fondamentali auspicati, ha dato il via ad una rinnovata strategia diconsolidamento del business sanitario nel mercato nazionale. I risultati del primo trimestre sottolineanol'importanza sia della diversificazione nei servizi sanitari core, sia il proseguimento del processo diinternazionalizzazione intrapreso dal Gruppo, il quale, ancora una volta, registra crescite organiche a livello diricavi e margini indubbiamente positive nonostante un deprezzamento delle valute senza precedenti nei Paesidi riferimento. La volontà del management rimane sempre la medesima: confermarsi leader di mercato epreservare la solidità finanziaria del Gruppo, continuando al contempo a sostenere e tutelare tutti glistakeholder."

RISULTATI CONSOLIDATI AL 31 MARZO 2021

**Il *fatturato consolidato *del Gruppo Servizi Italia nel corso dei primi tre mesi del 2021 si è attestato aEuro 60,5 milioni, in riduzione del 3,8% (in crescita dello 0,5% a parità di cambi) rispetto al primotrimestre 2020, con i seguenti andamenti settoriali:

  • La linea di business lavanolo – che rappresenta il 75,8% dei ricavi del Gruppo e comprende tutte leattività relative al lavaggio, noleggio, ritiro e ricondizionamento degli articoli tessili e di materasseria– ha conseguito ricavi pari a Euro 45,8 milioni, sostenuti dall'ottima crescita organica delle areeBrasile e Turchia, tuttavia compensata da una variazione cambiaria negativa. Nell'area Italia si rilevaun importante calo dei ricavi prevalentemente imputabile alla flessione del settore alberghiero eristorazione per tutto il primo trimestre 2021 rispetto al primo trimestre 2020 in cui la contrazioneha avuto luogo solo dal mese di marzo 2020. Si rileva che il calo è riconducibile alla situazione di emergenza epidemiologica attualmente in corso e non si rilevano peraltro sostanziali modifiche altasso di ritenzione della clientela. Si segnala come i ricavi del segmento lavanolo nell'area Italia, alnetto del settore alberghiero, registrano un incremento del 2,4% nel primo trimestre 2021,sostenuti principalmente dalle nuove gare dell'area nord-est.

  • La linea di business servizi di sterilizzazione biancheria – che rappresenta il 7,6% dei ricavi delGruppo e comprende tutte le attività relative alla sterilizzazione dei set sterili e alla fornitura dimonouso utilizzati negli interventi chirurgici per l'allestimento del campo operatorio e la vestizionedell'equipe medica – passano da Euro 4,4 milioni dei primi 3 mesi del 2020 ad Euro 4,6 milioni, con unaumento del 3,2% dovuto alla fornitura di biancheria specifica atta alla prevenzione del contagio daCovid-19 in uso presso alcuni ospedali dell'area Italia.

  • La linea di business servizi di sterilizzazione di strumentario chirurgico – che rappresenta il 16,7%dei ricavi e comprende tutte le attività relative al noleggio, sterilizzazione, ritiro e ricondizionamentodello strumentario chirurgico – passano da Euro 10,8 milioni del 2020 ad Euro 10,1 milioni del 2021,con un decremento del 6,5% dovuto principalmente alla diminuzione degli interventi chirurgiciconnessa all'emergenza coronavirus. Si segnala, infatti, che il periodo di confronto dell'esercizio2020 ha registrato le prime flessioni connesse all'impatto della crisi pandemica solo a partire dalmese di marzo 2020. I ricavi connessi a questo segmento di business risentono ancora dell'incertezzanella programmazione degli interventi e della disponibilità degli spazi ad essi dedicati connessi allacrisi epidemiologica tutt'ora in corso.

Rispetto alla distribuzione geografica, i ricavi generati nei mercati esteri si attestano a Euro 8,0 milioni(di cui Euro 6,0 milioni relativi all'area Brasile ed Euro 2,0 milioni relativi all'area Turchia) e coprono unaquota del 13,2% del fatturato consolidato nel primo trimestre 2021 (15,0% nello stesso periodo del2020). I ricavi dell'area Brasile sono caratterizzati da una crescita organica in doppia cifra in valuta locale(+14,6%), controbilanciata da un effetto di traduzione cambi negativo del 29,2% (deprezzamento delReal Brasiliano rispetto all'Euro) che porta a una variazione negativa di periodo del 14,6%. Anche i ricavidell'area Turchia hanno registrato un'ottima crescita organica di periodo pari al 9,4%, compensata da uneffetto cambi negativo del 26,7% (deprezzamento della Lira Turca rispetto all'Euro) che porta a unavariazione negativa del fatturato del 17,3%.

Il *risultato operativo lordo (EBITDA) *consolidato è passato da Euro 15,5 milioni nei primi tre mesi del2020 ad Euro 15,2 milioni del primo trimestre 2021. Nonostante la riduzione dei ricavi rispettoall'esercizio precedente (-3,8%), l'EBITDA margin è passato dal 24,6% al 25,2% (25,5% a parità dicambio). Si segnala che nel periodo è stata rilevata la plusvalenza relativa alla cessione del ramoworkwear pari ad Euro 1,5 milioni seppur compensata dal forte calo di marginalità registrato dal settorealberghiero che ha operato nel trimestre in sostanziale assenza di fatturato rispetto al medesimotrimestre dell'esercizio precedente. Si segnalano inoltre, performance positive provenienti in particolaredalle aree Brasile e Turchia e le misure di contenimento dei costi operativi e di struttura.

Si rileva unamaggiore incidenza dei costi di materie prime rispetto al fatturato (+0,3%) prevalentemente legato all'acquisto e al consumo di dispositivi monouso e dispositivi di protezione individuale (DPI) legatiall'emergenza Covid-19 e un incremento dell'incidenza dei costi per servizi (+1,9%) in particolarederivante da un mutato assetto logistico e produttivo volto alla gestione del servizio di lavanderia eguardaroba connesso alla contingente situazione di emergenza da Covid-19 e alle nuove gare avviatenell'area nord-est italiana.

I costi del personale risultano in lieve aumento in termini di incidenza sulfatturato (0,3%), ma in calo, in valore assoluto, del 3% rispetto al periodo precedente, in seguito a unminor ricorso a lavoro interinale e un maggiore utilizzo, a fronte dell'emergenza epidemiologica di ferie,permessi e CIG. Si confermano anche nel 2021 gli ottimi risultati di marginalità operativa a livellointernazionale sia nell'area Brasile (EBITDA margin 32,2%), sia nell'area Turchia (EBITDA margin 27,7%).

Il *risultato operativo consolidato (EBIT) *è rimasto sostanzialmente stabile, passando da Euro 1,91milioni nel corso dei primi tre mesi 2020 (Ebit margin 3,0%) ad Euro 1,93 milioni nel corso del medesimoperiodo 2021 (EBIT margin 3,2% ovvero 3,5% a parità di cambio), principalmente per effetto delledinamiche già descritte a commento della variazione di fatturato ed EBITDA.

Il bilancio consolidato intermedio al 31 marzo 2021 del Gruppo Servizi Italia chiude pertanto con un*utile netto *pari ad Euro 1,4 milioni rispetto ad Euro 158 migliaia dello stesso periodo del 2020.L'indebitamento finanziario netto al 31 marzo 2021 è pari a Euro 133,4 milioni, in aumento rispetto a Euro129,6 milioni del 31 dicembre 2020.

EVENTI DI RILIEVO AVVENUTI NEL TRIMESTRE

**In data 3 febbraio 2021, in coerenza con le azioni di ridistribuzione dei volumi al fine di ottenere unamaggiore saturazione della capacità produttiva dei siti presenti nella area nord-ovest, è cessata l'attivitàproduttiva presso lo stabilimento sito in Podenzano (PC).In data 26 febbraio 2021, la Società ha comunicato di aver siglato il closing relativo alla cessione ad AlscoItalia S.r.l., del ramo d'azienda workwear (il "Ramo d'Azienda"), il preliminare comunicato al mercato insede di signing è stato effettuato in data 28 gennaio 2021.

L'accordo ha avuto efficacia in data 1° marzo2021 ed ha previsto:

  • la cessione da parte di Servizi Italia S.p.A. ad Alsco Italia S.r.l. del Ramo d'Azienda che comprendein particolare il portafoglio clienti del settore workwear, lo stabilimento di Barbariga (BS) erelativo immobile, i rapporti contrattuali con il personale dipendente del settore workwear e irelativi debiti, gli impianti, i macchinari, le attrezzature e altri cespiti operativi riguardanti ilsettore workwear, la biancheria e prodotti tessili workwear e l'avviamento commerciale del Ramod'Azienda;

  • il decorrere di un patto di non concorrenza definito tra le parti della durata di quattro anni;

  • la chiusura dell'unità locale presso Barbariga (BS).

Il pagamento del prezzo, in base alla valorizzazione delle componenti del Ramo d'Azienda è statodefinito pari a Euro 9,5 milioni.

La Capogruppo, nel rispetto delle azioni previste dal piano di sostenibilità contenuto all'interno dellaDichiarazione consolidata di carattere non finanziario del Gruppo, ha ottenuto, in data 22 marzo 2021,la certificazione ISO 37001 il cui sistema di gestione è volto ad affrontare e prevenire possibili casicorruzione e promuovere una cultura d'impresa etica.

Informativa Covid-19

**L'epidemia virale da Covid-19, ha imposto l'esigenza di contenere il più possibile lo sviluppoepidemiologico, comportando la modifica delle procedure e attività ospedaliere in ordine alle garanzieigieniche per il personale medico ed infermieristico, per i reparti e degenti destinati al trattamento delleinfezioni derivanti dal Coronavirus. Tutta l'attività del Gruppo, pur operando nel rigoroso rispetto dellanormativa di riferimento, è stata influenzata nel corso dell'anno dall'evolversi della contingentesituazione epidemiologica.

In considerazione del fatto che i servizi erogati dal Gruppo sono da ritenersi essenziali, di primanecessità e di pubblica utilità e pertanto difensivi rispetto alla situazione epidemiologica in corso, ilGruppo ha dato esecuzione ad attività di risk & project management e project control al fine di: (i) evitare ladiffusione del contagio e tutelare la salute e sicurezza del personale e l'ambiente, (ii) garantire lacontinuità del business, (iii) di mitigare il possibile impatto negativo sui risultati economici derivante dauna flessione della domanda di determinate tipologie di servizi; (iv) disporre di un'aggiornata mappaturadei rischi, dei relativi impatti e azioni di mitigazione nei diversi ambiti dell'organizzazione aziendale; (v)avviato tempestivamente il monitoraggio degli effetti dell'epidemia sui propri risultati e le relativeanalisi, attuali e previsionali, che sono tutt'ora in corso.

EVENTI DI RILIEVO AVVENUTI DOPO LA CHIUSURA DEL TRIMESTRE

In data 20 aprile 2021, l'Assemblea Ordinaria degli Azionisti:

  • ha approvato il bilancio d'esercizio della Capogruppo chiuso al 31 dicembre 2020 e ladestinazione del risultato dell'esercizio;

  • ha rinnovato l'autorizzazione all'acquisto e alla disposizione di azioni proprie, secondo quantoproposto dal Consiglio di Amministrazione. La delibera autorizza l'acquisto di massime n.6.361.890 azioni ordinarie del valore nominale di Euro 1,00 cadauna, corrispondente alla quintaparte del capitale sociale della Società (tenuto conto delle azioni di volta in volta già possedutedalla Società) per un periodo di 18 mesi dalla data odierna, mentre la durata dell'autorizzazionerelativa alla disposizione delle azioni proprie non ha limiti temporali;

  • ha approvato la politica di remunerazione di Servizi Italia S.p.A.;

  • ha nominato i componenti del Consiglio di Amministrazione, che resteranno in carica finoall'Assemblea convocata per l'approvazione del bilancio al 31 dicembre 2023, determinandonealtresì i relativi compensi;

La Società, al 10 maggio 2021, ha complessivamente acquistato sul Mercato regolamentato e gestito daBorsa Italiana 1.731.760 azioni proprie, pari al 5,44% del capitale sociale.

EVOLUZIONE PREVEDIBILE DELLA GESTIONE

L'attività del Gruppo è influenzata dalle condizioni generali dell'economia e dalla situazioneepidemiologica dei Paesi in cui opera. Il Gruppo ha riadattato la strategia di governance sulla base deinuovi indirizzi di medio-lungo termine integrandola con la nuova strategia aziendale post-Covid-19,allineando obiettivi e target al nuovo contesto di riferimento.

Prosegue nell'esercizio 2021 un clima diincertezza in merito ai possibili effetti sia dell'acuirsi della crisi pandemica, sia dalle misure governativedi contenimento del contagio e da quelle di supporto all'economia che nel frattempo verrannoimplementate nei paesi in cui il Gruppo è presente.Oltre a quanto già descritto riguardo gli effetti dell'epidemia virale da Covid-19, si segnala che il mercatoitaliano delle lavanderie industriali sta attraversando una contrazione strutturale legata ad alcunecriticità specifiche del comparto dei servizi alla sanità, quale il fenomeno dell'aggiudicazione di appalticon offerte economiche al ribasso, i cui effetti hanno interessato la Capogruppo, con la mancatariconferma di contratti in portafoglio e l'aggiudicazione di commesse già in portafoglio a prezzi più bassidel passato.

In questo quadro generale, pur mantenendo previsioni di una marginalità operativa complessivamentepositiva nel prevedibile futuro, la gestione sarà interessata nel medio termine da una riduzione delfatturato del settore lavanolo domestico e una riduzione dei margini operativi che, in parte, potrannoessere compensati dall'ulteriore sviluppo dei settori a più alta marginalità e da obiettivi volti allamodifica della strategia commerciale ed operativa, alla reingegnerizzazione e riorganizzazione delmodello organizzativo, grazie al supporto di tecnologie e digitalizzazione di processi che consentonol'efficientamento di attività operative e di supporto al business.

Proseguirà il ricorso agli istituti estrumenti di legge per la gestione del personale, dialogando con le Organizzazioni Sindacali e lerappresentanze dei lavoratori a livello aziendale, con l'obiettivo di cercare soluzioni condivise perrispondere alla situazione epidemiologica e di mercato.

Il Gruppo, inoltre, nel suo complesso potrà beneficiare degli effetti della strategia diinternazionalizzazione consolidando i positivi risultati ottenibili nei Paesi in cui opera, in particolare inBrasile e Turchia.

Il Gruppo dispone di una situazione patrimonialmente solida, la quale consentirà di traguardare ilperiodo di crisi contingente ed il prossimo futuro con un buon equilibrio finanziario e mantenendo unbuon merito creditizio presso gli istituti bancari.Alla luce delle considerazioni di cui sopra, il Gruppo rimane fiducioso di poter gestire efficacemente glieffetti della crisi epidemiologica in corso congiuntamente agli obiettivi futuri.

(GD - www.ftaonline.com)