Il Consiglio di Amministrazione di Servizi Italia – società quotata al segmento STAR di Borsa Italiana e leader nel mercato dell'outsourcing di servizi ospedalieri in Italia, Brasile, Turchia, India, Albania e Marocco – ha approvato in data odierna la Relazione Finanziaria Semestrale al 30 giugno 2021.

Crescita organica in tutte le linee di business e in tutte le aree geografiche, a doppia cifra in Brasile e Turchia.

Recupero di marginalità in tutti i segmenti operativi.

Garantita la continuità dei servizi essenziali e il massimo livello di sicurezza per tutti i dipendenti.

• Ricavi consolidati pari a Euro 125,1 mln (Euro 117,9 mln nel primo semestre 2020)
• EBITDA consolidato pari a Euro 33,5 mln (Euro 27,5 mln nel primo semestre 2020)
• EBIT consolidato pari a Euro 6,3 mln (Euro 0,2 mln nel primo semestre 2020)
• Risultato netto consolidato pari a Euro 4,4 mln (Euro -0,2 mln nel primo semestre 2020)
• Posizione Finanziaria Netta pari a Euro 135,8 mln (Euro 129,6 mln al 31 dicembre 2020)

"I risultati del primo semestre 2021 – ha dichiarato Roberto Olivi, Presidente del Comitato Esecutivo di Servizi Italia – evidenziano gli sforzi del management orientati al raggiungimento degli obiettivi strategici individuati in sede di pianificazione e le azioni volte al contenimento degli impatti della crisi epidemiologica sulle nostre attività. In questo percorso, è fondamentale il processo di concentrazione e rinnovo degli assetti industriali finalizzati a garantire l'efficienza in ogni segmento operativo ed hanno contribuito positivamente l'operazione di cessione del ramo workwear per concentrare le risorse nel core business sanitario e gli accordi commerciali su forniture strategiche raggiunti con i principali fornitori dell'area Italia. I risultati di questo semestre, ottenuti in un contesto generale fortemente condizionato dagli effetti della pandemia, evidenziano altresì la capacità del Gruppo di reagire con forza e determinazione anche a situazioni di imprevedibile gravità. I risultati mettono in luce crescite positive in tutte le aree in cui il Gruppo opera, segnando anche un progressivo rinnovamento del portafoglio clienti dell'area italiana che ha favorito una graduale ripresa dei margini del lavanolo, segmento ancora appesantito dalla divisione alberghiera che ha operato nei primi quattro mesi dell'anno in sostanziale assenza di fatturato. Il mercato estero registra crescite organiche a doppia cifra e ottimi risultati in termini di marginalità per Brasile e Turchia nonostante un considerevole deprezzamento delle valute di riferimento rispetto all'Euro. Pur nella consapevolezza che il positivo trend di crescita del primo semestre 2021 sarà influenzato dall'impatto che le varianti del Covid-19 avranno nei prossimi mesi, il nostro obiettivo rimane quello di confermarci leader di mercato e preservare la solidità finanziaria del Gruppo, continuando in tal modo a sostenere e tutelare tutti gli stakeholder".

(RV - www.ftaonline.com)