Siglato il contratto degli enti locali

Aumento di 63 euro a regime, soddisfatti i sindacati

(ANSA) - ROMA, 4 GIU - Accordo fatto per il contratto degli oltre 500 mila lavoratori di regioni, province e comuni. L'intesa sottoscritta da Aran e sindacati prevede un aumento medio a regime sul salario tabellare di 63 euro (+3,2%).Un ulteriore aumento dell'1% sara' a disposizione delle amministrazioni che hanno rispettato il Patto di Stabilita' interno e le regole per il contenimento della spesa del personale.Gli enti piu' virtuosi disporranno di uno 0,5% in piu'. Tali risorse destinate alla contrattazione integrativa serviranno a premiare la maggiore produttivita' e il merito dei dipendenti.L'Aran, che rappresenta la controparte dei sindacati nelle trattative, sottolinea che l'aumento medio a regime previsto per i dipendenti delle Regioni e delle Autonomie Locali e' la percentuale ''riconosciuta in questa tornata contrattuale in tutti i comparti del pubblico impiego''. Il Comitato di Settore del Comparto Regioni ed Autonomie Locali accoglie con soddisfazione la firma dell'ipotesi di accordo del contratto del personale del comparto, con la positiva sottoscrizione da parte di tutte le sigle sindacali.(ANSA).