Snam ha perfezionato oggi l'acquisizione dall'azienda energetica thailandese PTT Energy Resources Co. Ltd., interamente controllata da PTT Public Company Limited, del 25% della società East Mediterranean Gas Company (EMG), proprietaria del gasdotto Arish-Ashkelon, parte del cosiddetto "gasdotto della pace", per un corrispettivo di circa 50 milioni di dollari. Il gasdotto Arish-Ashkelon è un collegamento sottomarino di circa 90 km di lunghezza, che unisce il terminale israeliano di Ashkelon alla stazione di ricezione egiziana di AlArish. La capacità massima di trasporto giornaliera è di circa 12 milioni di metri cubi ed è prevista in espansione. Realizzato nel 2008 per trasportare in Israele gas di provenienza egiziana, dall'inizio del 2020 è diventato, invece, una delle fonti di approvvigionamento energetico dell'Egitto, ricevendo il gas dai giacimenti offshore israeliani Leviathan e Tamar. Il principale azionista di EMG, con una quota del 39%, è la società EMED, partecipata anche dall'israeliana Delek Drilling e dal gruppo Chevron, i due operatori dei giacimenti Leviathan e Tamar. Il gasdotto Arish-Ashkelon serve un mercato caratterizzato da un incremento della domanda di gas naturale di circa l'8% annuo per la crescita di consumi. L'acquisizione della quota nel gasdotto Arish-Ashkelon segna l'ingresso da parte di di Snam nel Mediterraneo Orientale, un'area che beneficerà sia dello sviluppo della domanda gas che di iniziative di transizione energetica.

(RV - www.ftaonline.com)