Snam, nel contesto della cessazione del rapporto di Amministratore Delegato e di Direttore Generale del Dott. Marco Alverà, ha dato attuazione agli accordi sottoscritti nel corso del 2017, previa delibera del Consiglio di Amministrazione della Società. Tali accordi sono descritti, a partire dal 2018, nella Politica per la Remunerazione contenuta nella Relazione sulla politica in materia di Remunerazione e sui Compensi Corrisposti pubblicata dalla Società, da ultimo approvata - ai sensi dell'art. 123-ter TUF - dall'Assemblea degli Azionisti di Snam del 27 aprile 2022. A seguito di tale cessazione, al Dott. Marco Alverà sono riconosciuti 5.564.714,83 euro lordi a titolo di indennità. Sono inoltre mantenuti, in coerenza con quanto previsto dai relativi Regolamenti, i diritti maturati prima della risoluzione nell'ambito dei piani di incentivazione di lungo termine; vengono altresì riconosciute le competenze di fine rapporto ai sensi di legge. Tutti gli importi - fatta eccezione per i menzionati diritti mantenuti nell'ambito di piani di incentivazione - saranno erogati entro il 27 giugno 2022. Si segnala che le condizioni e i termini generali dei predetti accordi sono stati attuati a seguito di delibera del Consiglio di Amministrazione dell'11 maggio 2022, adottata su proposta del Comitato Nomine e Remunerazioni che, a tal fine, si è avvalso di un esperto indipendente. Si evidenzia infine che, sebbene il Dott. Alverà fosse una parte correlata della Società in virtù del predetto rapporto di lavoro dirigenziale, l'operazione - che comunque si qualifica quale operazione di minore rilevanza tra parti correlate - rientra tra i casi di esclusione disciplinati dalla procedura "Operazioni con interessi degli Amministratori e Sindaci e operazioni con parti correlate" adottata da Snam, in conformità a quanto previsto dal Regolamento Consob n. 17221/2010

(RV - www.ftaonline.com)