Molto bene ieri Sogefi (+3,75% a 1,44 euro, stabile oggi in avvio), con il titolo sui massimi da metà agosto. Venerdì il gruppo ha comunicato risultati al 30 settembre in crescita: ricavi a +19,4% a/a e utile netto da attività operative in continuità di 24,3 milioni di euro, a fronte della perdita da 15,6 milioni nello stesso periodo del 2020. Nel terzo trimestre i ricavi sono scesi del 3,8% a/a, molto meglio del -19,7% del mercato di riferimento. Banca Akros ha confermato la raccomandazione buy sul titolo e il target a 2,00 euro.

L'analisi del grafico di Sogefi mette in evidenza l'accelerazione delle ultime due settimane e l'avvicinamento a 1,4780 euro, massimo di metà agosto. Una vittoria su questo riferimento creerebbe le condizioni per un attacco all'importante resistenza rappresentata dal top di inizio giugno a 1,59. Oltre questo ultimo riferimento verrebbe riattivata la tendenza ascendente in essere da marzo-aprile 2020 in direzione di 1,77, massimo di dicembre 2019. Segnali di debolezza alla violazione di area 1,34, prologo a un test di 1,25 circa, livello dove troviamo i minimi allineati di settembre-ottobre e la linea che sostiene la tendenza ascendente: si tratta quindi di un livello di supporto determinante in ottica di medio periodo (appoggio successivo a 1,1640, minimo del 20 luglio).

(Simone Ferradini - www.ftaonline.com)