Sourcesense, società operante nel settore IT sui mercati italiano ed inglese, leader nelle soluzioni cloud-native basate su tecnologie "Open Source", comunica di aver firmato un contratto con la più grande peer-to-peer (P2P) lending company europea, per la migrazione dalla piattaforma ServiceNow al tool Atlassian Jira Service Management, basato su cloud pubblico gestito da Amazon Web Services.

Il contratto, della durata di 12 mesi e un valore complessivo di oltre 250.000 euro, permetterà al cliente di poter gestire i propri flussi di lavoro in modo innovativo, semplificato ed economicamente vantaggioso, con un approccio AGILE che include anche automazione e condivisione della conoscenza. La nuova piattaforma offre un sistema aperto e fortemente estensibile con un ritorno dell'investimento molto competitivo.

Marco Bruni, Presidente e Amministratore Delegato di Sourcesense, ha così commentato: "La fiducia che una importante realtà finanziaria globale, con sede fuori dall'Italia, ha riposto in Sourcesense per assisterla in questo delicato passaggio rappresenta una testimonianza della capacità competitiva del Gruppo anche all'estero. Siamo convinti che la partnership strategica con Atlassian ci consentirà un importante slancio nel percorso di crescita, che ha visto nella IPO di agosto una accelerazione apprezzabile, e che ci consente di guardare al futuro con ottimismo".

(GD - www.ftaonline.com)