Splunk ha toccato un rimbalzo superiore al 5% in after market (la seduta di mercoledì al Nasdaq si era già chiusa con un rally del 4,90%), dopo che l'azienda di San Francisco (specializzata in software per l'analisi dei big data) ha comunicato risultati per il primo trimestre segnati da perdite nette in calo da 471 milioni, pari a 2,89 dollari per azione, a 304 milioni, e 1,90 dollari. Su base rettificata il rosso è sceso da 91 a 32 centesimi per azione, contro i 74 centesimi del consensus di FactSet. I ricavi sono cresciuti da 502 a 674 milioni di dollari, contro i 631 milioni stimati dagli analisti.

(RR - www.ftaonline.com)