STOXX® Europe 600 Health Care su forte resistenza. Il settoriale STOXX® Europe 600 Health Care (EU0009658723), paniere i cui maggiori esponenti sono Roche, Novartis e Astrazeneca e dove compaiono anche Amplifon, Recordati e Diasorin, giovedì si è spinto con il massimo di quota 1074 contro l'88,6% di ritracciamento del ribasso dal picco di gennaio a 1087,70 euro. L'indicatore Rsi a 14 giorni, dopo il veloce rialzo messo a segno dai prezzi dai minimi di marzo, si è affacciato sulla soglia dell'ipercomprato, ma ancora non sembra essersi spinto in una situazione estrema, come invece aveva fatto ad agosto e a novembre 2021 prima di due importanti flessioni, lo spazio per salire anche prima che emerga in modo pressante il rischio di flessioni sembra essere disponibile. In caso di rottura di 1074 atteso il test in area 1087/88 del lato alto della fascia orizzontale disegnata dai prezzi dai massimi dello scorso novembre. Il superamento di questa resistenza sarebbe un segnale molto rilevante, i prezzi potrebbero puntare ad un target dato dalla proiezione dell'ampiezza della citata fascia laterale da punto di rottura del suo lato alto, posto quindi in area 1200 (resistenza intermedia a 1150). Senza la rottura di 1074 (o di 1087/88) emergerebbe invece il rischio di una flessione diretta almeno fino sulla porzione centrale della fascia laterale, in area 1030. Sotto quei livelli probabile il ritorno sulla base del trading range, a 970 punti circa.

(AM - www.ftaonline.com)