Cloud e sicurezza. Sono le parole chiave sui cui sta puntando TAS Group per offrire ai suoi clienti soluzioni sempre più agili da implementare garantendo i massimi livelli di performance, sicurezza e scalabilità.

TAS Group svolge un ruolo centrale nel settore dei pagamenti da oltre 35 anni. Da più di un decennio fornisce a emittenti, acquirer e processor italiani ed internazionali software validato secondo gli standard di conformità del PCI Council, e servizi certificati PCI DSS, lo standard internazionale di sicurezza emesso da PCI Council per i fornitori di servizi di pagamento.

Con l'obiettivo di rendere le proprie soluzioni sempre più facili da adottare e accessibili anche ai nuovi player dell'ecosistema Open Banking ed Open Finance, TAS ha messo a punto la piattaforma GPP - Global Payments Platform che integra sotto un'unica architettura il proprio offering in ambito carte, pagamenti account-based, transaction banking e financial value chain, e abilita la logica innovativa "as a service" in cloud.

In questa roadmap TAS Group si avvale di partner qualificati, in grado di garantire i massimi livelli di sicurezza e compliance normativa. È il caso di Amazon Web Services (AWS), sui cui TAS Group ha migrato a inizi novembre i propri servizi di accettazione pagamenti via POS, risottoponendosi con successo alla certificazione PCI-DSS Level 1 Service Provider, il più alto livello di certificazione PCI per i fornitori di servizi di pagamento.

La nuova infrastruttura è basata su architettura a Container e fa largo uso di servizi di AWS, quali Amazon Elastic Kubernetes Service (Amazon EKS) e Amazon Aurora. Tra i benefici conseguiti dalla migrazione i principali riguardano la semplificazione della Business Continuity, la possibilità di diminuire l'effort di personale TAS dedicato alla gestione delle infrastrutture, ma soprattutto la maggiore flessibilità e scalabilità del servizio offerto alla clientela, caratteristiche cruciali per essere agili di fronte a scenari di mercato in continua evoluzione.

"Il mondo dell'acquiring e della omnichannel payment acceptance sta evolvendo a ritmi estremamente elevati, sia in termini di preferenze dei consumatori per lo strumento e il canale di pagamento, sia in termini di abitudini e pertanto volumi e picchi delle transazioni", spiega Massimiliano Quattrocchi, Country Manager di TAS, "Per un ISV quale TAS è essenziale sviluppare ed evolvere costantemente le proprie applicazioni garantendo una buona indipendenza dalle infrastrutture hw/sw di base e la capacità di avvantaggiarsi dei progressi e delle tecnologie più avanzate espresse dal mercato. Abbiamo scelto di appoggiarci ad AWS per un insieme di fattori, fra i quali la certificazione PCI già ottenuta da questo Cloud Provider che è leader di mercato nel settore Finance. Il supporto di AWS Italia che è stato continuo e prezioso per superare senza intoppi la certificazione di compliance PCI DSS a inizio novembre ed essere più che pronti ad affrontare il periodo più caldo dell'anno per gli acquisti."

La nuova configurazione del servizio offerto da TAS si appoggia alle infrastrutture AWS ubicate nelle regioni di Dublino e Francoforte, strategiche sia come posizionamento geografico che per le caratteristiche dei servizi ricercati da TAS.

Il percorso di trasformazione di TAS Group da fornitore di soluzioni software a partner in grado di facilitare il business model dei clienti fornendo piattaforme e soluzioni "as a service" è un indirizzo strategico avviato negli ultimi anni dal Gruppo, che vede nel Cloud uno dei perni essenziali. La capacità di offrire servizi configurabili e attivabili con time to market ridotto, garantendo al tempo stesso la capacità del cliente di differenziarsi sul mercato, ha già portato a TAS Group i primi incoraggianti risultati sia in termini di performance economiche del Gruppo, sia in termini di attrattività per i nuovi operatori di mercato.

(RV - www.ftaonline.com)