Telecom Italia in calo martedì dopo che Sky ha fatto ricorso all'Antitrust contro l'accordo Tim-DAZN sui diritti tv della Serie A. Per Sky l'accordo potrebbe impedire a DAZN di utilizzare altri operatori nella distribuzione delle partite del massimo campionato di calcio Italiano, rafforzando la posizione di Tim a discapito di concorrenza e consumatori. Una settimana fa era stata Telecom a effettuare una segnalazione all'Antitrust puntando il dito contro la campagna pubblicitaria rivolta agli abbonati al pacchetto Calcio lanciata da Sky a inizio maggio. In titolo ha toccato un minimo intraday a 0,4299 euro dopo aver terminato la seduta precedente a 0,4359 euro. I prezzi sono scesi già nella prima parte dell'ottava al di sotto della trend line rialzista disegnata dai minimi di ottobre e della media mobile esponenziale a 50 giorni, ora resistenza a 0,44 euro circa, inviando un segnale preoccupante. Sarebbe comunque solo la violazione del minimo del 6 maggio a 0,4080 a fare temere una ulteriore accelerazione ribassista almeno fino a 0,3565, base del gap del 3 febbraio. Oltre area 0,46 i timori di assistere ad un calo consistente verrebbero allontanati, possibile in quel caso il test di 0,474, massimo del 18 marzo. Resistenza successiva a 0,54 euro, lato alto del canale crescente disegnato dai minimi di fine ottobre.

(AM - www.ftaonline.com)