Telecom Italia (-4,00% a 0,4457 euro) in forte ribasso dopo le indiscrezioni del Messaggero del fine settimana. Secondo il quotidiano romano il governo ritiene troppo bassa l'offerta di KKR (0,5050 euro per azione): meglio una collaborazione tra il primo azionista Vivendi (ha il 23,9%) e CDP (secondo azionista con il 5%) per lo sviluppo della rete. Ricordiamo che CDP ha il 60% di Open Fiber. Vivendi ha subito colto la palla al balzo: un portavoce del gruppo francese ha aperto all'ipotesi di controllo statale della rete, preservando il proprio investimento.

(Simone Ferradini - www.ftaonline.com)