Terremoto: chiude il call center Transcom

Azienda, in mobilita' 400 dipendenti dell'Aquila

(ANSA) - L'AQUILA, 8 GIU - Il call center Transcom chiude la sede all'Aquila. L'azienda: 'abbiamo perso competitivita' e il terremoto ha reso inagibile l'edificio'. Per i circa 400 dipendenti sara' avviata la procedura di mobilita'. Il segretario regionale Cisl, Maurizio Spina, invoca 'l'intervento del governo'. Mentre la presidente della Provincia, Stefania Pezzopane, ritiene la decisione 'gravissima'. Il sindaco dell'Aquila, Massimo Cialente, la definisce invece 'vergognosa, sconcertante e inaccettabile'.