Elon Musk è tornato a parlare di Bitcoin su Twitter, cercando di fare un po' di chiarezza sul polverone da lui stesso sollevato nell'ultimo mese. Musk ha dichiarato che Tesla tornerà ad accettare i Bitcoin per la vendita delle sue vetture elettriche quando il mining della criptovaluta sarà diventato più sostenibile. "Per essere chiari, credo fortemente nelle criptovalute, ma non possono portare a un massiccio aumento dell'uso di combustibili fossili, in particolare di carbone", ha scritto il numero uno di Tesla. Musk ha anche confermato che l'azienda californiana ha venduto circa il 10% dei suoi Bitcoin, per dimostrare come si possano liquidare facilmente senza dare scossoni al mercato, sottolineando come domenica il prezzo della criptovaluta fosse in rally del 4% (successivamente il guadagno è stato superiore al 10% secondo Coinbase). Musk ha spiegato che quando ci sarà la conferma di un uso ragionevole di energia pulita per il mining di Bitcoin (intorno al 50% del totale), Tesla tornerà a permettere le transazioni nella moneta digitale.

(RR - www.ftaonline.com)