Il 2022 apre con importanti segnali di ripresa del traffico passeggeri per Toscana Aeroporti – società che gestisce gli aeroporti di Pisa e Firenze. Il progressivo allentamento delle misure restrittive e il miglioramento dell'andamento dei contagi da Covid-19, prospettano una significativa ripresa, già testimoniata dall'andamento del primo trimestre in cui Toscana Aeroporti ha trasportato oltre 805mila passeggeri. Più in dettaglio, nel mese di marzo gli aeroporti di Pisa e Firenze hanno registrato un traffico di 363.688 passeggeri, evidenziando un'esponenziale crescita rispetto ai 250.464 passeggeri del mese di febbraio e ai 191.455 di quelli di gennaio. I dati del primo trimestre di quest'anno sono ancora distanti (-43,4%) dal traffico pre-Covid ma la costante ripresa in atto sta progressivamente riducendo la forbice: da un gap di -58,4% registrato nel mese di gennaio, si è passati al -41,8% di febbraio e al -31,7% di marzo. Anche il numero di movimenti (-28,8%) segue la stessa dinamica: gennaio (-34,9%), febbraio (-30,8%) e marzo (- 21,8%). Le prospettive di ripresa sono ulteriormente rafforzate dalle importanti novità della stagione estiva 2022, nella quale sono previste nuove destinazioni e la riattivazione di collegamenti non più operati in seguito della pandemia. In particolare, le destinazioni estive, come Grecia, Spagna, tornano a ripopolare il network toscano, arricchito anche da nuove rotte per i Paesi nordici a testimonianza di un forte dinamismo da parte delle compagnie aeree sugli scali di Firenze e Pisa. Alla luce dei nuovi collegamenti annunciati, si prevede che la stagione estiva 2022 possa avvicinarsi ai livelli di traffico pre-Covid favorendo così un graduale ritorno alla normalità del traffico passeggeri.

Aeroporto Galileo Galilei di Pisa
Il traffico dell'aeroporto di Pisa, nel primo trimestre del 2022, ha raggiunto 572.662 passeggeri, un dato che testimonia la ripresa dello scalo del Galileo Galilei che, grazie alle numerose nuove rotte lanciate per la stagione estiva, è in crescita rispetto a gennaio 2022 di 92 punti percentuali (133.457 passeggeri) anche se continua a essere inferiore rispetto ai livelli pre-pandemia (-35,9% rispetto al trimestre del 2019). Per la prossima stagione Pisa avrà 18 nuovi collegamenti, tra cui alcune nuove rotte per Agadir, Palma di Maiorca, Paphos, Zara, Memmingen, Breslavia, Cork e Zurigo. Verrà anche inaugurato l'ingresso della compagnia norvegese Flyr e di Edelweiss, aviolinea svizzera, che offriranno ai passeggeri destinazioni alternative per i mesi caldi, per Oslo e Zurigo. Infine, una considerevole novità è firmata FlyDubai che, dal 24 giugno, servirà lo scalo pisano con un volo diretto per gli Emirati Arabi. Nel suo complesso, quindi, l'aeroporto Galileo Galilei raggiungerà 77 destinazioni, di cui 66 internazionali e 11 domestiche, e sarà servito da 21 compagnie aeree diverse.

Aeroporto Amerigo Vespucci di Firenze
Nei primi tre mesi di quest'anno, l'aeroporto Amerigo Vespucci ha accolto 232.945 passeggeri, con una progressiva ripresa tra gennaio e marzo del +85%. Anche se ancora inferiori rispetto allo stesso periodo del 2019 (-56%), sono molte le compagnie aeree che hanno scelto di investire nello scalo fiorentino credendo negli ottimi risultati raggiunti e nello sviluppo dei prossimi mesi. Firenze, infatti, sarà servito da 4 nuovi collegamenti per, Southampton e Edimburgo (operate da British Airways), Bergen, Atene e Las Palmas. Quest'ultime operate grazie all'ingresso delle nuove compagnie Widerøe, Aegean Airlines e Binter Canarias. Infine, anche Volotea ha deciso di espandere il proprio network oltre l'aeroporto di Pisa, servendo anche l'Amerigo Vespucci, a partire dal 27 maggio con un nuovo collegamento per Bordeaux. Il network dell'aeroporto Amerigo Vespucci di Firenze conta un totale di 31 destinazioni, di cui 25 internazionali e 5 domestiche e sarà servito da 20 compagnie aeree. "I segnali di ripresa dei primi mesi del 2022 sono promettenti e ci consentono di tornare a programmare nel medio-periodo, forti anche di un network in espansione per la stagione estiva. Il percorso per tornare ai livelli pre-Covid è ancora lungo, ma questi primi passi sono essenziali e, nel frattempo, lavoriamo allo sviluppo infrastrutturale dei due scali per tornare ad accogliere i numeri record registrati nel 2019", ha affermato il Presidente di Toscana Aeroporti Marco Carrai.

(RV - www.ftaonline.com)