Ue: pensioni, procedura infrazione contro l'Italia

Procedimento per mancata equiparazione eta' pensionabile

(ANSA) - BRUXELLES, 25 GIU -La Commissione Ue ha aperto una procedura d'infrazione per il non adeguamento equiparativo dell'eta' pensionabile tra uomini e donne.Il provvedimento - l'Italia avrebbe dovuto adottarlo dopo una sentenza della Corte di Giustizia Ue - riguarda per ora la pubblica amministrazione. La Commissione inviera' ora all'Italia una lettera di avviso di messa in mora dove si evidenzia come il sistema previdenziale italiano violi il principio della parita' di trattamento economico tra uomini e donne. Secondo la Corte, cioe', l'Italia applica una discriminante sul sesso nel settore pubblico. Il Commissario Ue agli affari sociali Vladimir Spidla, secondo quanto confermato dalla sua portavoce, parlera' comunque della questione domani a Roma con il ministro del Lavoro Maurizio Sacconi a margine di un incontro preparatorio del G8 sui temi sociali. Il ministro per le pari opportunita' Mara Carfagna sottolinea: ''Equipariamo subito l'eta' pensionabile delle donne a quella degli uomini cosi' come ci obbliga a fare l'Unione europea, e destiniamo l'intera somma alle donne stesse per finanziare iniziative a favore delle lavoratrici e delle famiglie''. A suo parere ''piuttosto che pagare multe salate e' meglio intervenire subito e sfruttare l'occasione del risparmio che deriverebbe dalla riforma per migliorare le condizioni di vita delle donne lavoratrici''. (ANSA).