*Unicredit *avrebbe deciso di fare un passo indietro in Russia sulla possibile acquisizione di *Otkritie Bank *dalla Banca centrale. Lo hanno riferito di recente IntelliNews e Bloomberg e lo ha riportato anche Kommersant. I rischi di nuove sanzioni contro Mosca a seguito della questione ucraina avrebbero sconsigliato al management guidato da Andrea Orcel di procedere su quel mercato. Nessun commento sul caso dalla banca, che però già aveva subito in Borsa gli effetti dei rumors dopo il 12 gennaio, con dei ribassi che avevano fatto riflettere. Negli ultimi 10 anni, ricorda Kommersant, è passata dal 18 all'11% la quota di operatori stranieri nel mercato bancario russo, proprio a causa della continua crescita del rischio di nuove sanzioni che sembra incoraggiare a soluzioni nazionali le operazioni di M&A su quel settore.

(GD - www.ftaonline.com)