Ancora vendite sul comparto bancario nel pomeriggio di Piazza Affari: Bper cede il 3,14%, Banco BPM il 2,35%, Unicredit il 2,14%, Intesa il 2,05%, Banca Mediolanum l'1,94%, Mediobanca l'1,74 per cento. Male anche Fineco (-1,11%).

Va segnalato il +3,93% in controtendenza del Creval che tratta a 12,43 euro dopo che il Credit Agricole ha portato a 12,5 euro il corrispettivo della sua travagliata opa sulla banca valtellinese (0,3 euro dell'offerta sono subordinati al raggiungimento del 90% del Creval).

Il Ftse Italia Banche cede l'1,91% non dissimilmente dall'Euro Stoxx Banks che segna un ripiegamento di 1,83 punti percentuali.

Sui mercati continua a rimbalzare l'incertezza collegata alla pandemia che su scala globale continua a macinare nuovi contagi e nuove morti, con l'estensione degli epicentri del contagio globale (in termini numerici) dal Brasile all'India. Questo può chiaramente influenzare il settore finanziario che per sua natura è fortemente ciclico, va comunque ricordato che i recenti record dei listini potrebbero aver suggerito in più di un caso delle prese di beneficio.

(GD - www.ftaonline.com)