La Borsa di New York ha aperto la seduta in rialzo sostenuta dalle positive notizie in arrivo sul fronte della pandemia. Il Dow Jones guadagna lo 0,9%, l'S&P 500 l'1,2% ed il Nasdaq Composite l'1,7%.
Le prime rilevazioni in Sudafrica, Paese da cui è emersa la Omicron, mostrano che la nuova variante del Covid-19 per quanto maggiormente infettiva causerebbe un tasso di ospedalizzazione inferiore alle precedenti.
Sugli scudi il comparto tecnologico.
Tra i titoli in evidenza Intel +6%. Il colosso dei chip ha annunciato l'Ipo di Mobileye a metà 2022. La divisione che sviluppa sistemi di guida autonoma potrebbe essere valutata circa 50 miliardi di dollari.
Merck & Co -1%. Guggenheim ha tagliato il rating sul titolo del gruppo farmaceutico a "neutral" da "buy".

Sul fronte macroeconomico Census Bureau e Bureau of Economic Analysis hanno rilevato nel mese di ottobre un deficit commerciale di beni e servizi di 67,1 miliardi di dollari, in calo di 14,3 miliardi di dollari (-17,6%) dagli 81,4 ml di settembre (dato rivisto).
L'Indice del costo del lavoro e' risultato in crescita del 9,6%, dal +8,3% della rilevazione precedente. Il dato è superiore alle attese degli addetti ai lavori che avevano previsto una crescita dell'8,3%.
Il Dipartimento del Lavoro ha comunicato che l'indice di produttività dei settori non agricoli è sceso nel terzo trimestre del 5,2%, risultando inferiore alle attese (-4,9%). La precedente rilevazione era risultata pari a -5,0%.

(RV - www.ftaonline.com)