La Borsa di New York ha chiuso la seduta in ordine sparso alla vigilia della pubblicazione del dato sull'inflazione di aprile. Il Nasdaq Composite, spinto dal rimbalzo dei tecnologici, ha guadagnato lo 0,98% mentre il Dow Jones, penalizzato dalle banche, ha perso lo 0,26%. Sopra la parità l'S&P 500 (+0,25%).
Tra i titoli in evidenza Biohaven Pharmaceutical Holding Company +68,26%. Pfizer (+1,75%) ha messo sul piatto 148,50 dollari per azione in contanti per l'acquisto dell'azienda specializzata nei farmaci contro l'emicrania. Il valore dell'operazione è pari a circa 11,6 miliardi di dollari.
Novavax +1,13% nonostante risultati trimestrali inferiori alle attese. L'utile per azione della biotech che produce il vaccino anti Covid-19 si è attestato nel primo trimestre a 2,56 dollari su ricavi per 703,97 miliardi. Gli analisti avevano previsto un Eps a 2,69 dollari su ricavi per 845,2 milioni.
Peloton Interactive -8,70%. L'azienda newyorkese specializzata in attrezzature ginniche e in corsi di fitness in streaming ha registrato nel terzo trimestre una perdita più ampia del previsto a 1,25 dollari per azione contro il rosso di 0,83 dollari del consensus. Deludono anche i ricavi a 964,30 milioni di dollari (consensus 973,02 milioni).
Vroom +32,41%. La piattaforma per l'acquisto e vendita di veicoli usati ha nominato Tom Shortt nuovo CEO con effetto immediato ed ha annunciato risultati del primo trimestre migliori del previsto. La perdita adjusted si è attestata a 0,71 dollari per azione contro il rosso di 1,01 dollari del consensus. Sopra le attese i ricavi a 923,8 milioni (consensus 878,1 milioni).
General Motors +1,1%. Berenberg ha avviato la copertura sul titolo del gruppo automobilistico con rating "buy" e target price a 55 dollari.

(RV - www.ftaonline.com)