La Borsa di New York ha chiuso la seduta in ribasso. Il Dow Jones ha perso lo 0,34%, l'S&P 500 lo 0,24% ed il Nasdaq Composite lo 0,14%.Principale timore per gli investitori continua ad essere l'impatto sull'inflazione derivante dalla crisi energetica. Timore che mette in secondo piano l'avvio della tornata di trimestrali della Corporate America (mercoledì 13 ottobre con i risultati di Jp Morgan Chase & Co.). Wall Street frenata anche dalla decisione del Fondo Monetario Internazionale di tagliare la stima di crescita del Pil Usa 2021 a +6,0% da +7,0%.
Tra i titoli in evidenza CureVac -4,61%. Il gruppo biotech ha decido di ritirare il suo candidato vaccino contro il Covid-19 di prima generazione (che non ha superato i test in fase avanzata) per puntare su quello di seconda generazione.
Tesla +1,74%. Il gruppo di Elon Musk ha venduto 56.006 in Cina nel mese di settembre, nuovo record dall'avvio della produzione nell'impianto di Shanghai.
Nvidia -0,12%. Secondo Reuters, l'autorità antitrust dell'Unione europea sarebbe pronta ad avviare una indagine sul progetto di acquisto di Arm da parte del colosso dei software grafici.
Altice USA -2,7%. Deutsche Bank ha tagliato il rating sul titolo del gruppo delle telecomunicazioni a "hold" da "buy".
Signet Jewelers -0,52%. Il gruppo dei gioielli ha annunciato l'acquisto di Diamonds Direct per 490 milioni di dollari.
Nike +2,04%. Goldman Sachs ha avviato la copertura sul titolo del gigante dell'abbigliamento sportivo con rating "buy".
Sul fronte macroeconomico l'indagine JOLTS (Job Openings and Labor Turnover Survey) segnala che le posizioni lavorative ricercate dai datori di lavoro ad agosto si sono attestate a 10,439 milioni, inferiori ai 11,098 milioni di luglio (rivisto da 10,934 milioni unità) e ai 10,925 milioni attesi dagli economisti.

(RV - www.ftaonline.com)