Avvio positivo per gli indici di Wall Street. L'S&P 500 guadagna lo 0,4%, il Dow Jones lo 0,3% mentre il Nasdaq guadagna lo 0,5%.

In vista dell'audizione al Congresso Usa, in agenda alle 18:00, il governatore della Fed, Jerome Powell, ha tranquillizzato i mercati sul picco di inflazione, descrivendolo come "transitorio", osservando come il recupero dell'economia non sia ancora sufficiente per iniziare a ridurre gli stimoli monetari.

Tra i titoli si mette in evidenza Apple (+2,2%) che, secondo quanto riportato da Bloomberg News, avrebbe chiesto ai propri fornitori di aumentare del 20% la produzione di iPhone di nuova generazione, prevendendo un incremento delle consegne fino a 90 milioni di dispostivi.

Andamento misto per i titoli finanziari dopo la pubblicazione dei conti trimestrali:Citigroup (+1,5%) grazie a trimestrali oltre le attese, con l'utile netto salito a 6,19 miliardi di dollari, ovvero 2,85 dollari per azione, da 1,06 miliardi del 2020.

Crolla invece Bank of America (-4,7%). La banca statunitense ha seguito le rivali Goldman Sachs e JPMorgan riportando forti cali delle entrate nel secondo trimestre. Male la divisione trading, in contrazione del 38% a 2 miliardi di dollari durante il periodo. Utili quasi triplicati a 8,96 miliardi di dollari, o 1,03 dollari per azione, dai 3,28 miliardi di dollari, o 37 centesimi per azione, dello stesso periodo del 2020.

Sul fronte macroeconomico, l'indice grezzo dei prezzi alla produzione ha evidenziato, nel mese di giugno, una crescita dell'1% su base mensile dopo una variazione positiva dello 0,8% nel mese precedente (consensus +0,6%). Su base annuale il PPI è cresciuto del 7,3% risultando superiore al consensus e alla rilevazione precedente, rispettivamente fissati su una crescita del 6,8% e del 6,6%. L'indice core (esclusi energetici ed alimentari) è aumentato dell'1% su base mensile (consensus +0,5%) dal +0,7% della rilevazione precedente. Su base annuale, l'indice Core ha fatto segnare un incremento pari al 5,6%, superiore alla rilevazione precedente fissata al 4,8% e alle attese pari al 5,1%.

(CC - www.ftaonline.com)