La Borsa di New York ha chiuso la seduta senza grandi variazioni. Il Dow Jones ha guadagnato lo 0,13% mentre l'S&P 500 ed il Nasdaq Composite hanno perso rispettivamente lo 0,05% e lo 0,09%.
Sugli scudi il comparto energetico in scia al rally del petrolio. Negativo invece il comparto farmaceutico penalizzato da Abbott Laboratories (-9,34%). Il gruppo ha rivisto al ribasso la stima sui profitti adjusted 2021 a 4,30-4,50 dollari per azione da circa 5 dollari della precedente guidance.
Tra gli altri titoli in evidenza Cloudera +23,79%. Kkr e Clayton Dubilier & Rice hanno messo sul piatto 16 dollari per azione in contanti per l'acquisto della società specializzata in software basati sul cloud per data engineering, data warehousing, machine learning e analytics.
Boeing +3,16%. Cowen & Co ha alzato il rating sul titolo del colosso aerospaziale a "outperform" da "market perform".
Sul fronte macroeconomico Markit ha reso noto che nel mese di maggio l'Indice IHS PMI Manifatturiero e' salito a 62,1 punti da 60,5 della lettura precedente, indicando un solido incremento delle condizioni operative. Le attese erano fissate su un indice a 60,7 punti.
L'Institute for Supply Management ha reso noto che nel mese di maggio l'Indice ISM Manifatturiero è salito a 61,2 punti dai 60,7 punti registrati ad aprile. Il dato e' risultato superiore alle attese degli analisti che avevano stimato un valore pari a 60,9 punti.
Il Census Bureau reso noto che la spesa per le costruzioni e' cresciuta dello 0,2% ad aprile dopo essere aumentata dell'1% a marzo (dato rivisto da +0,2%), risultando inferiore alle attese degli economisti fissate su un incremento dello 0,5%.

(RV - www.ftaonline.com)