Welfare: Eurostat, in Italia spesa sopra media Ue

Ma piu' bassa di quella di altri grandi Paesi dell'Unione

(ANSA) - BRUXELLES 2 GIU - L'Italia nel 2006 ha destinato al welfare una spesa di poco superiore alla media Ue,ma piu' bassa di quella di altri grandi Paesi dell'Ue. Lo rileva Eurostat. Le spese piu' elevate sono quella del Lussemburgo, seguito da Olanda e Svezia. Spendono piu' dell'Italia anche Francia, Germania e Gran Bretagna. Arrivano in fondo alla classifica della spesa, Romania e Bulgaria. Le pensioni di vecchiaia rappresentavano nel 2006 il 46% delle spese totali dell'Ue per la protezione sociale. A seguire, le prestazioni sanitarie (29%), i contributi per invalidita' e per aiuti alla famiglia (8% ciascuna), gli assegni di disoccupazione (6%), fino ad un 4% per far fronte ai problemi di alloggio ed esclusione sociale. Nel 2006 le due principali fonti di finanziamento per il welfare sono venute dai contributi pubblici (38%) e dai contributi sociali (59%). In Italia la percentuale indicata da Eurostat e' rispettivamente del 41,9% e del 56,4%. L'Italia, stando ai dati Eurostat, nel 2006 ha destinato al welfare il 26,6% del Pil contro la media Ue del 26,9%. La percentuale piu' alta in Ue e' quella della Francia con un 31,1% del prodotto interno lordo. (ANSA).