Il Consiglio di Amministrazione di WIIT, uno dei principali player europei nel mercato dei servizi Cloud Computing per le imprese focalizzato sull'erogazione di servizi continuativi di Hybrid Cloud e Hosted Private Cloud per le applicazioni critiche, riunitosi in data odierna ha, inter alia, approvato i risultati consolidati al 31 marzo 2022, redatti secondo i principi contabili internazionali IFRS.

L'Amministratore Delegato, Alessandro Cozzi, ha commentato: "I risultati del primo trimestre del 2022 confermano ulteriormente il continuo trend di sviluppo del Gruppo WIIT su tutti gli indicatori economico-finanziari. Sebbene un contesto di mercato estremamente complesso, i clienti hanno continuato a investire in digital transformation, richiedendo servizi sempre più sofisticati, trovando pertanto nel nostro Gruppo in Italia e in Germania un valido partner con cui collaborare. Siamo molto soddisfatti della performance e della pipeline commerciale della Germania che si conferma il nostro mercato di riferimento in Europa per i prossimi anni e già ad oggi rappresenta oltre il 50% del fatturato e dell'EBITDA di Gruppo. Infine l'andamento della pipeline commerciale, grazie all'ingresso di nuovi clienti e all'attività di upselling sui clienti esistenti ci rende ottimisti sul 2022".

  • Risultati consolidati al 31 marzo 2022 *

**Al 31 marzo 2022 il Gruppo facente capo a WIIT (il "Gruppo WIIT" o il "Gruppo") ha registrato *ricavi consolidati *pari a Euro 26,4 milioni, in forte crescita (+48,6%) rispetto a Euro 17,7 milioni nel 1Q2021. Tale incremento è guidato dallo sviluppo organico, dal focus sui servizi a maggiore valore aggiunto, dall'acquisizione di nuovi clienti, dal cross selling sui clienti delle società acquisite e dal consolidamento delle stesse.

L'*EBITDA Adjusted consolidato *si attesta al 31 marzo 2022 a Euro 10,1 milioni (+40,9%) rispetto a Euro 7,2 milioni del 1Q2021 e registra un margine sui ricavi del 38,2%. Al 31 marzo 2022 il margine di WIIT è pari al 39,4% in leggera riduzione rispetto al 2021 per un diverso mix dei ricavi nel trimestre; il margine di Adelante S.r.l. ("Adelante") passa dal 22,9% del 2021 al 15,3% del 1Q2022. Il margine di Matika S.p.A. ("Matika"), in significativo miglioramento, si assesta al 43,8% dal 30,1% dell'anno precedente, quello di Etaeria S.p.A. ("Etaeria") è in continua progressione al 27,8% dal 25,4% del 2021, mentre il margine di myLoc managed IT AG ("myLoc") è pari al 38,7% rispetto al 47,2% del 2021, in riduzione per l'impatto dei maggiori costi dell'energia elettrica. Il margine di Mivitec GmbH ("Mivitec") è del 29,7% in crescita rispetto al 21,8% del 2021 mentre Boreus Gmbh ("Boreus") si assesta al 36,9% sostanzialmente in linea con il 2021 e Gecko Gesellschaft für Computer und Kommunikationssysteme m.b.H. ("Gecko") registra una progressione al 33,7% rispetto al 30% del 2021.
La normalizzazione operata a livello di Margine Operativo Lordo (EBITDA) al 31 marzo 2022 si riferisce agli effetti derivanti dalle operazioni straordinarie di M&A per Euro 36 migliaia e ai costi relativi ai piani di incentivazione basati su strumenti finanziari per Euro 0,3 milioni. Il valore degli ammortamenti e svalutazioni si assesta a circa Euro 4,4 milioni in crescita di Euro 1,3 milioni rispetto allo stesso periodo dell'anno precedente, e riflette gli investimenti effettuati.

Il margine operativo netto Adjusted (EBIT Adjusted) si attesta al 31 marzo 2022 ad Euro 5,7 milioni rispetto ad Euro 4,1 milioni registrati nel 1Q2021, e rappresenta il 21,7% dei ricavi, nonostante la crescita degli ammortamenti e svalutazioni, rispetto al 2021, da Euro 3,0 milioni a Euro 4,3 milioni. La normalizzazione operata a livello di Margine Operativo netto (EBIT) al 31 marzo 2022 si riferisce ai sopracitati aggiustamenti a livello di EBITDA e al valore degli ammortamenti relativi alla PPA (c.d. "Purchase Price Allocation") per le acquisizioni per Euro 1,0 milione. I Proventi finanziari Adjusted si attestano a Euro 4 migliaia in linea con l'esercizio precedente. La normalizzazione per Euro 430 migliaia riguarda i proventi derivanti dalla differenza tra il prezzo stimato per l'acquisto delle partecipazioni ed il prezzo realmente pagato per l'acquisto di Mivitec.

L'*Utile netto Adjusted *si attesta al 31 marzo 2022 ad Euro 3,2 milioni, rispetto ad Euro 3,1 milioni del 1Q2021. L'utile netto Adjusted consolidato esclude gli effetti derivanti dalle operazioni straordinarie di M&A per Euro 36 migliaia, i costi relativi ai piani di incentivazione basati su strumenti finanziari per Euro 0,3 milioni, l'ammortamento delle immobilizzazioni immateriali e materiali derivanti dalla Purchase Price Allocation riferita alle acquisizioni per Euro 1,0 milione, i proventi derivanti dalla differenza tra il prezzo stimato per l'acquisto delle partecipazioni ed il prezzo realmente pagato per l'acquisto di Mivitec per Euro 0,4 milioni ed al netto degli effetti fiscali degli elementi di cui sopra. Al 31 marzo 2022 la voce oneri finanziari registra principalmente l'effetto degli interessi afferenti al prestito obbligazionario emesso ad ottobre 2021 per Euro 1,0 milione.

La Posizione Finanziaria Netta *(indebitamento), considerando l'impatto IFRS16 di circa Euro 11,5 milioni registrato al 31 marzo 2022 (Euro 10,7 al 31 dicembre 2021), passa da Euro –140,6 milioni al 31 dicembre 2021 ad Euro -147,0 milioni al 31 marzo 2022: tale variazione comprende, in particolare, i costi per l'acquisizione della società ERPTech S.p.A. ("ERPTech") nel mese di febbraio 2022 per Euro 6,0 milioni, di cui Euro 4 milioni pagati al closing. Il valore non include la valorizzazione delle azioni proprie in portafoglio quantificata in circa Euro 41,3 milioni al valore di mercato del 31 marzo 2022. Nel corso del primo trimestre si sono registrati significativi flussi di cassa generati dall'attività operativa. Le disponibilità liquide si assestano Euro 28,6 milioni e riflettono uscite di cassa per Euro 8,9 milioni a fronte dell'utilizzo della liquidità per l'acquisto delle azioni proprie per l'importo di Euro 3,6 milioni, l'acquisto della partecipazione residua in Etaeria, al netto dell'acconto versato, per Euro 1,2 milioni, l'acquisto della partecipazione residua in Matika per Euro 2,3 milioni (per la parte pagata mediante cassa), nonché per l'acquisto della partecipazione in ERPTech per Euro 4 milioni (al netto delle disponibilità liquide). L'incidenza degli investimenti (CAPEX*) nel periodo è stata di circa Euro 7,3 milioni per l'acquisto di infrastrutture informatiche legate alle nuove commesse stipulate nel corso dell'anno sia In Italia che all'estero.

  • Fatti rilevanti verificatisi nel corso del 1Q2022 *

**In data *4 gennaio 2022 *WIIT ha firmato un contratto quadriennale, per un valore complessivo di 2 milioni di euro, con un gruppo italiano leader nel settore del retail a livello internazionale.

L'accordo siglato con WIIT è alla base dell'implementazione di una politica Zero Datacenter da parte del cliente, che metterà a disposizione delle proprie linee di business europee un modello multi-cloud completamente gestito su cui attivare i servizi a supporto della trasformazione digitale. WIIT assisterà il cliente attivando il proprio modello Multi-Cloud che integra i DataCenter proprietari e quelli degli Hyperscaler scelti con esso. Le applicazioni più critiche sfrutteranno il Premium Cloud di WIIT erogato, dal DataCenter WIIT Tier IV di Milano, in Business Continuity con un DataCenter secondario, mentre altre applicazioni aziendali utilizzeranno alcuni dei principali Hyperscaler tra cui Google Cloud e Microsoft Azure. Tutti i servizi sono gestiti da WIIT 24 ore su 24, 7 giorni su 7, a garanzia del funzionamento dei sistemi critici del cliente. Il modello offre quindi grande scalabilità e flessibilità, supportando la trasformazione digitale del cliente verso servizi sempre più innovativi.

In data *14 febbraio 2022 *la Società ha sottoscritto un accordo per l'acquisto del 100% del capitale sociale di ERPTech da BT Italia S.p.A. ERPTech è una società leader nei servizi di IT outsourcing di sistemi SAP, di cui detiene 4 certificazioni, che ha registrato nel 2021 ricavi pari a circa 9 milioni di euro e un EBITDA di circa 500 mila euro. A fronte di un prezzo di 4 milioni di euro e di un potenziale incremento del corrispettivo di massimi 2 milioni di euro, condizionati al raggiungimento di determinati obiettivi commerciali, questa acquisizione costituisce un decisivo passo avanti nel percorso di crescita del Gruppo WIIT in Italia, consolidando sempre più una posizione di leadership nei servizi di gestione e hosting su tecnologia SAP. L'acquisizione si è perfezionata in data 31 marzo 2022. Alla data del closing è stato pagato l'importo di Euro 4 milioni mediante cassa.

In data *22 febbraio 2022 *i soci di minoranza di Matika hanno esercitato la seconda delle due opzioni PUT per la vendita della quota di partecipazione residua pari al 20%. L'esercizio delle opzioni (rispettivamente per 4,3 milioni di euro per la prima ed Euro 4,8 milioni di euro per la seconda opzione) ha determinato un importo complessivo pari a Euro 9,1 milioni di euro contro un originario previsto di Euro 7,1 milioni di euro determinando un costo aggiuntivo (al netto degli interessi da attualizzazione) di euro Euro 1,9 milioni. Si segnala che la quantificazione delle suddette opzioni e dell'earn out è stato concordato attraverso amendment contrattuali stipulati in data rispettivamente 24 giugno 2021 e 22 febbraio 2022. Il pagamento dell'opzione è stato regolata per il 50% tramite cassa e per il restante 50% mediante l'utilizzo di azioni proprie con vincolo di lock-up di 12 mesi. A seguito dell'esercizio dell'opzione, WIIT è venuta a detenere il 100% del capitale sociale di Matika.

In data *28 febbraio 2022 *il Gruppo ha venduto la partecipazione del 20% del capitale sociale di Comm.it S.r.l. per il tramite della propria controllata Adelante per un importo di Euro 53 migliaia. A seguito di tale operazione il Gruppo ha registrato a conto economico l'importo di Euro 28.858 alla voce "perdita delle imprese valutate con il metodo del patrimonio netto".

In data *3 marzo 2022 *è stata esercitata la seconda delle due opzioni put da parte di A&C Holding S.r.l., socio di minoranza di Etaeria, relativa a una partecipazione pari al residuo 20% del capitale sociale di Etaeria. L'esercizio delle opzioni (rispettivamente per Euro 1,3 milioni per la prima ed Euro 0,85 milioni di euro per la seconda opzione) nonché la determinazione dell'earn out, riferiti ai risultati degli esercizi 2020 e 2021, ha determinato un importo complessivo pari ad Euro 3,3 milioni contro un originario previsto di Euro 2,9 milioni determinando un costo aggiuntivo (al netto degli interessi da attualizzazione) di Euro 0,4 milioni migliaia. Si segnala che la quantificazione delle suddette opzioni e dell'earn out è stato concordato attraverso un amendment contrattuale stipulato in data 3 marzo 2022.

In data *9 marzo 2022 *è stata ufficializzata, con un evento, la presenza del Gruppo in Germania, attraverso la creazione della holding WIIT AG e il progetto Cloud For Europe, con cui WIIT si è data l'obiettivo di affermarsi come il leader europeo nel Cloud delle Applicazioni Critiche. Il progetto di integrazione prevede che all'interno della holding tedesca confluiscano le società acquisite nel territorio, myLOC Managed IT AG, Mivitec, Boreus e GECKO. La struttura prevede l'accentramento delle funzioni di vendita, amministrazione, marketing ed human resource. Oggi il Gruppo si presenta ai propri stakeholders con una struttura forte, che conta, limitatamente alla sola Germania, oltre 300 dipendenti distribuiti su 5 sedi (Düsseldorf, Monaco, Stralsund, Rostock e Berlino) che vantano competenze nel mondo DevOps e nella gestione di piattaforme critiche, prime fra tutte l'e-commerce e SAP, fiore all'occhiello dell'offerta WIIT. Tra gli asset spiccano ben 11 Data Center proprietari collegati in layer 2 con i 3 presenti in Italia. La massima certificazione di Uptime Institute, il più autorevole ente certificatore statunitense, già ottenuta su 2 dei propri Data Center a Milano, è un obiettivo che WIIT si è posta anche in Germania con la realizzazione entro la fine dell'anno del primo Tier IV tedesco.

In data *16 marzo 2022 *il Consiglio di Amministrazione di WIIT ha approvato il progetto di fusione per incorporazione di Adelante, Matika e Etaeria (le "Società Incorporande"). L'operazione di fusione è volta a concentrare in capo a WIIT le attività in precedenza svolte per il tramite delle Società Incorporande. Più in generale, l'operazione di fusione ha l'obiettivo di ottimizzare il coordinamento, il funzionamento e le sinergie delle strutture facenti capo alle società partecipanti alla fusione, nonché ridurre i costi fissi di struttura derivanti dall'esistenza di soggetti giuridici distinti, con conseguiti vantaggi in termini di funzionalità ed efficienza operativa ed economica, consentendo in tal modo al Gruppo WIIT di rafforzare la propria posizione di principale player europeo nei settori in cui opera.

In data *30 marzo 2022 *è stata acquistata - per un importo di Euro 150 migliaia - una partecipazione pari al 15% del capitale sociale di Reventure GmbH per il tramite della controllata tedesca Boreus, che già deteneva una partecipazione pari al restante 85% del capitale sociale di Reventure GmbH.

*Fatti di rilievo avvenuti dopo la chiusura del 1Q2022 *

** In data *20 aprile 2022 *WIIT ha comunicato al mercato che il Gruppo si è posizionato tra le 50 migliori aziende sostenibili nel settore software and services, secondo il Rating ESG elaborato da Sustainalytics. Il Rating ESG (o Rating di sostenibilità) è una valutazione sintetica che certifica la solidità di un'organizzazione dal punto di vista delle performance ambientali, sociali, e di governance (ed è da ritenersi complementare ai rating tradizionali definiti esclusivamente sulla base di indicatori economico-finanziari). Al fine di consolidare il proprio impegno ESG e cogliere al meglio le opportunità derivanti dalla transizione ecologica, nel 2020 il Gruppo ha avviato un processo di assessment annuale delle performance di sostenibilità coadiuvato da Sustainalytics, una delle agenzie più autorevoli in materia di Rating ESG a livello globale. In base a quanto elaborato da Sustainalytics, WIIT, grazie a un'efficace gestione dei temi di sostenibilità materiali, dimostra un basso profilo di rischio rispetto all'eventualità di subire impatti significativi derivanti da fattori non finanziari. Oltre a non essere stata soggetta a controversie in ambito ESG, WIIT si è distinta per le sue elevate performance in ambito corporate governance, ricevendo una valutazione di 14.8, pari a un ESG Risk "Low", secondo grado di una scala a 5 livelli che va da trascurabile ("Negligible") ad alto ("High"). Il risultato del rating posiziona il Report di Sostenibilità di WIIT in linea con le migliori pratiche di mercato, segnale di una forte responsabilità nei confronti degli stakeholder. Per questo motivo WIIT è stata riconosciuta azienda ESG Industry Top Rated da Sustainalytics, ovvero una delle migliori 50 aziende al mondo nel settore Software & Services.

In data *21 aprile 2022 *l'Assemblea degli azionisti di WIIT ha, inter alia, approvato il bilancio di esercizio 2021, la destinazione del risultato di esercizio e la distribuzione di un dividendo pari a Euro 0,30 per azione, nonché l'incremento del compenso del Consiglio di Amministrazione e un piano di incentivazione basato su strumenti finanziari denominato "Piano di Stock Option 2022-2027".

In data *10 maggio 2022 *le Assemblee straordinarie di Adelante, Matika ed Etaeria hanno approvato il progetto di fusione delle Società Incorporande in WIIT, che è stato altresì approvato dal Consiglio di Amministrazione di WIIT in data 11 maggio 2022.

  • Evoluzione prevedibile della gestione *

**Con riferimento alla situazione del conflitto tra Russia ed Ucraina si segnala che il Gruppo non risulta esposto verso controparti russe e ucraine né direttamente né indirettamente. Tale situazione, tuttavia, sta accentuando in linea generale il costo delle materie prime per il Gruppo, in particolare per quanto riguarda i costi di energia elettrica necessari ai server. Il Gruppo al fine preservare la marginalità per il futuro ha stipulato un contratto con l'azienda energetica per stabilizzare il costo dell'energia per i prossimi quattro esercizi. Nel corso dei primi tre mesi del 2022, nonostante il perdurare della pandemia da Covid-19, la Società ha continuato l'attività in crescita; le aspettative sulla gestione della pandemia da Covid-19 confermano il progressivo allentamento delle misure restrittive connesso all'accelerazione della campagna vaccinale contro il virus. Continua l'attenzione del Gruppo WIIT verso misure atte a garantire la sicurezza nelle sedi territoriali con l'obiettivo di garantire la normale operatività. Ad oggi il Gruppo, sulla base delle informazioni disponibili, non prevede un impatto rispetto ai risultati economico-patrimoniali dell'anno in corso.

Eventuali ulteriori impatti futuri sulla performance economico-finanziaria e sulla situazione patrimoniale del Gruppo, nonché sui piani di sviluppo dei business, saranno valutati alla luce dell'evoluzione e della durata della pandemia sia in Italia sia all'estero. Non si segnalano particolari situazioni di insolvenza da parte dei clienti della Società. Non sono stati registrati effetti sulle voci di bilancio di natura valutativa (i.e., fondo svalutazione crediti, fondo obsolescenza del magazzino, fondo rischi e oneri) da attribuire alla pandemia da Covid-19. Il Gruppo ha continuato a favorire la modalità di lavoro da remoto, bilanciandola con il lavoro in presenza.

(GD - www.ftaonline.com)