FTSE MIB

Dopo la poco convincente prestazione di mercoledì l’indice Ftse Mib ha preso la strada del ribasso ieri, terminando le contrattazioni vicino ai minimi di seduta. Nel corso della sessione l’indice ha rotto al ribasso la linea di tendenza rialzista tracciabile, sul grafico a trenta minuti, con i minimi del 3 e 6 agosto, attualmente transitante a 21.750 punti circa. A sostenerlo, per il momento, ha trovato l’area dei massimi che lo hanno contenuto sempre nelle sedute del 3 e 6 agosto, a 21.607 punti. Al di sotto di questo livello la pressione in vendita si farebbe più forte e porterebbe a un test di area 21.470 punti. Al rialzo, un recupero di 21.677 punti permetterebbe di effettuare almeno il pull-back della linea di tendenza violata ieri.

SCENARIO RIALZISTA

Long solo da 21.683 punti con obiettivi a 21.751 e 21.777. Stop loss posizionabile a 21.640.

SCENARIO RIBASSISTA

L’apertura di posizioni short da 21.615 punti avrebbe target a 21.526 e 21.470. Chiusura posizione a 21.660.

EUROSTOXX 50

L’Euro Stoxx 50 ha chiuso al ribasso la seduta di giovedì, pur riuscendo a recuperare gran parte del passivo nel corso della sessione. Il quadro grafico a trenta minuti mostra l’indice delle blue chip europee impegnato a mettere pressione alla resistenza statica di quota 3.495 punti, nelle vicinanze della quale discende anche la linea di tendenza ribassista tracciabile dai massimi del 7 e 8 agosto. Al di sopra di questo doppio ostacolo arriverebbe un segnale positivi in grado di proiettare obiettivi a 3.510 punti in prima battuta e 3.514 successivamente. In caso contrario, se l’Euro Stoxx 50 non dovesse riuscire a superare la doppia resistenza indicata, da monitorare al ribasso quota 3.489 che, se violata, riporterebbe sui minimi di seduta di ieri in area 3.480.