FTSE MIB

Il Ftse Mib ha chiuso la scorsa settimana con un rialzo complessivo di quasi il 3%, dando una prova di forza riconquistando quota 22.000 punti. Grazie alle candele long day di giovedì e venerdì, l’indice italiano è riuscito ad assorbire completamente l’effetto negativo delle sedute del 1 e 2 ottobre. Movimento accompagnato da RSI sopra l’equilibrio e volumi in aumento sulle candele rialziste. Sotto il profilo grafico, il superamento dei 22.357 punti aprirebbe la strada verso i successivi target a 22.852 e 23.000 punti. Invece, la rottura al ribasso dei 21.795 punti potrebbe provocare discese verso 21.483 e 21.000 punti.

SCENARIO RIALZISTA

Long sopra 22.357 punti, con stop sotto 21.900 punti. Target a 22.852 e 23.000 punti.

SCENARIO RIBASSISTA

Short sotto 21.795 punti, con stop sopra 22.000 punti. Target a 21.483 e 21.000 punti.

EUROSTOXX 50

Settimana molto positiva anche per l’Euro Stoxx 50 che è avanzato di oltre il 3%, rompendo con volatilità il livello chiave dei 3.515 punti e puntando verso nuovi massimi annui. Nelle ultime cinque sedute è proseguito il rimbalzo dell’indice europeo dal supporto a 3.400 punti che ha quasi del tutto annullato la volatilità delle candele short day del 1 e 2 ottobre. In tale scenario, con il superamento dei 3.573 punti, l’indice potrebbe mettere nel mirino le successive resistenze a 3.630 e 3.680 punti. Al ribasso, invece, con un ritorno sotto i 3.515 punti, i primi target si collocano a 3.452 e 3.400 punti.