FTSE MIB

Il Ftse Mib ha chiuso la seduta di ieri in ribasso dello 0,6%, rimanendo ancora sopra la trend line rialzista costruita sui minimi di agosto e dicembre 2019. In intraday, l’elevata volatilità ha portato l’indice italiano fin sotto quota 23.700 punti, senza riuscire ad avvicinarsi alla trend line ascendente di breve (massimi del 17 e 20 gennaio). Sotto il profilo grafico, la rottura al ribasso dei 23.500 punti potrebbe provocare discese verso 23.265 e 23.000 punti. Invece, il superamento dei 24.000 punti aprirebbe la strada verso i successivi target a 24.168 e 24.300 punti.

SCENARIO RIALZISTA

Long sopra 24.000 punti, con stop sotto 23.500 punti. Target a 24.168 e 24.300 punti.

SCENARIO RIBASSISTA

Short sotto 23.500 punti, con stop sopra 24.000 punti. Target a 23.265 e 23.000 punti.

EUROSTOXX 50

Sessione negativa anche per l’Euro Stoxx 50 che è arretrato dello 0,5%, confermando la rottura del livello a 3.800 punti. Dal grafico intraday si può notare la debolezza dell’indice europeo che si è allontanato dalla trend line di breve descritta dai massimi del 17 e 21 gennaio. In tale scenario, con un ritorno sotto i 3.750 punti, i primi target si collocano a 3.700 e 3.650 punti. Al rialzo, invece, con il superamento dei 3.800 punti, potrebbe mettere nel mirino le successive resistenze a 3.850 e 3.900 punti.

SCENARIO RIALZISTA

Long sopra 3.800 punti, con stop sotto 3.750 punti. Target a 3.850 e 3.900 punti.