Le quotazioni dei principali indici di Borsa a livello globale hanno messo una seduta caratterizzata dalla positività. Da segnalare le recenti parole del Presidente della BCE, Christine Lagarde, secondo cui l’istituto centrale “stroncherà sul nascere” qualsiasi segnale di frammentazione. Con riferimento allo scudo anti-spread, di cui il mercato attende i dettagli, Francois Villeroy de Galhau ha detto che questo dovrebbe essere costruito in modo tale da mostrare la determinazione “senza limiti” dell’Eurotower nel difendere l’integrità dell’euro. Olli Rehn, numero uno dell’istituto centrale finlandese, ha evidenziato come nessun Paese dell’Eurozona sarà automaticamente idoneo a beneficiare del nuovo strumento della BCE. Il Capo Economista della BCE, Philip Lane, ha avvertito del rischio che si possa innescare una psicologia inflazionistica in cui i consumatori e le imprese cercano di anticipare un rialzo dei prezzi futuri: i primi anticipando le spese, i secondi alzando prima i loro prezzi in previsione dei maggiori costi. Una volta che questo fenomeno si attiva, contribuisce ad alimentare la spirale inflazionaria. Oltre a ciò, Lane ha ribadito come la BCE sia intenzionata ad aumentare i tassi a luglio di 25 punti base, ma non è ancora chiaro l’ammontare dell’incremento di settembre. Sono da tenere in considerazione anche le parole di Andrea Enria, Presidente della Vigilanza BCE, il quale ha affermato che non vi sarà un altro stop ai dividendi per gli istituti di credito. Oggi gli investitori monitoreranno con attenzione le parole del Presidente della Fed, Jerome Powell, al Congresso USA.

Attesa per i discorsi dei componenti della Fed

Nella giornata odierna gli operatori dei mercati finanziari saranno concentrati su alcuni dati macroeconomici di rilievo per l’Eurozona e gli Stati Uniti. Per gli USA si attendono i dati MBA delle richieste settimanali di ipoteche, mentre per l’Eurozona la fiducia dei consumatori (giugno). Focus inoltre sui diversi discorsi dei componenti della Federal Reserve. Gli investitori monitoreranno la testimonianza semestrale al Senato del governatore Jerome Powell e i discorsi di Evans (Fed di Chicago), Barkin (Fed di Richmond) e Harker (Fed di Philadelphia).