Le Borse europee dovrebbero avviare gli scambi intorno alla parità, in attesa di sviluppi dal fronte commerciale, monetario e politico che dominano l'agenda di questa settimana. Ieri il presidente degli Stati Uniti, Donald Trump, ha riaffermato che gli Stati Uniti proseguono le trattative con la Cina. Secondo il Financial Times, però, Pechino avrebbe ordinato agli uffici governativi di rimuovere tutti i prodotti hardware e software entro i prossimi tre anni. La mossa colpirebbe diverse società americane produttrici di software e hardware, come Microsoft, Dell e HP. In questo contesto dominato dall'incertezza, l'azionario asiatico si muove contrastato. La Borsa di Tokyo ha chiuso questa mattina con un ribasso dello 0,09%.