Si prevede un avvio di seduta in moderato rialzo per le principali Borse europee, rassicurate dalle misure di sostegno all'economia presa da Pechino per contrastare le ripercussioni dell'epidemia di coronavirus, il cui bilancio non smette di peggiorare. La People's Bank of China, banca centrale della Cina, ha tagliato il tasso di interesse sui suoi prestiti a medio termine, mentre il ministro delle finanza Liu Kun ha reso noto che il governo sta valutando tagli alle tasse mirati e, anche, aumenti della spesa pubblica. Intanto sul Giappone ha pesato questa mattina il dato disastroso per il Pil del quarto trimestre, che ha sofferto la contrazione più forte dal 2014, ovvero in sei anni.