E' atteso un avvio positivo per le principali Borse europee, incoraggiate dai forti guadagni di Wall Street ieri sera (tutti e tre i principali indici hanno registrato rialzi superiori all'1,5%) e dei listini asiatici questa mattina (Tokyo ha terminato con un balzo di oltre l'1%). Il sentiment positivo sull'azionario globale si spiega con la Federal Reserve di Jerome Powell, che nella riunione di ieri sera ha mostrato un atteggiamento dovish, da colomba, facendo sperare in una pausa nel percorso delle strette monetarie nel corso del 2019. La Fed, che ha lasciato invariati i tassi sui fed funds nel range compreso tra il 2,25% e il 2,5%, ha detto che può permettersi di essere "paziente" nell'alzare i tassi. "I presupposti per alzare i tassi si sono in qualche modo indeboliti", ha detto il numero uno Jerome Powell. Intanto proseguono le trattative sul commercio tra Usa e Cina.