Le quotazioni del DAX hanno ripreso la via del rialzo dopo la contrazione registrata lo scorso 29 dicembre 2021, arrivando a testare la soglia psicologica dei 16.000 punti. Un eventuale superamento di questo importante livello resistenziale potrebbe trasportare le quotazioni verso i massimi in area 16.290 punti, zona abbandonata con il crollo di novembre 2021. Se il recente eccesso al rialzo dovesse invece essere riassorbito, i venditori avrebbero la possibilità di scendere al di sotto del supporto a 15.800 punti, dove passa il livello orizzontale lasciato in eredità dai massimi segnati a giugno e luglio 2021. Se ciò dovesse accadere, si potrebbe assistere ad una prima flessione verso i 15.600 punti, con i corsi che avrebbero la possibilità di mirare ai 15.400 punti, dove passa la trendline disegnata con i massimi del 13 agosto e 7 settembre 2021. Da un punto di vista operativo, si potrebbero sfruttare eventuali ritorni sulla zona di concentrazione di domanda a 15.500 punti per valutare strategie rialziste con ampio rapporto di rischio/rendimento. Lo stop loss sarebbe identificabile a 15.280 punti, mentre l’obiettivo sarebbe posizionabile a 16.000 punti. Al contrario, l’operatività di matrice short sarebbe valutabile nell’eventualità di una discesa al di sotto dei 15.800 punti. Lo stop loss sarebbe posizionabile a 16.000 punti e il target collocabile a 15.500 punti.

SCENARIO RIALZISTA

Strategie long valutabili da 15.500 punti con stop loss a 15.280 punti e obiettivo a 16.000 punti.

DAX Turbo Unlimited Long

DAX Turbo Unlimited Long

SCENARIO RIBASSISTA

Strategie short valutabili da 15.800 punti con stop loss a 16.000 punti e obiettivo a 15.500 punti.

DAX Turbo Unlimited Short

DAX Turbo Unlimited Short