Nella seduta di ieri le quotazioni del DAX hanno messo a segno ad un movimento correttivo. La flessione è fisiologica e potrebbe ora venire sfruttata dai compratori per cercare un migliore punto di ingresso sul principale indice di Borsa tedesco, la cui struttura tecnica continua a mantenersi fortemente orientata al rialzo. Per i venditori il livello da violare per tornare in vantaggio resta quello più volte menzionato nelle precedenti newsletter, a 15.800 punti. Qui infatti transitano il livello orizzontale espresso dai top del 16 giugno 2021, la linea di tendenza ottenuta collegando i massimi del 13 e del 18 agosto e quella che unisce i minimi del 19 e del 27 agosto 2021. Se ciò dovesse accadere, si aprirebbero spazi per una flessione verso i 15.500 punti. Attualmente, la rottura dei massimi dello scorso 6 settembre avrebbe la possibilità di riportare le quotazioni verso nuovi massimi storici. Eventuali approdi verso tale zona potrebbero poi creare una figura di doppio massimo, il quale darebbe la possibilità al fronte ribassista di dare inizio ad una correzione. Da un punto di vista operativo, si potrebbero valutare strategie di matrice long da 15.860 punti con stop loss identificabile a 15.780 punti e obiettivo a 16.020 punti. L’operatività di stampo short potrebbe essere valutata da 16.025 punti. In tal caso lo stop loss sarebbe localizzato a 16.100 punti, mentre il target a 15.900 punti.

SCENARIO RIALZISTA

Strategie long valutabili da 15.860 punti con stop loss a 15.780 punti e obiettivo a 16.020 punti.

PRODOTTO BARRIERA ISIN SCADENZA

TURBO LONG 12.500,0000 NLBNPIT12K08 15/12/2021

TURBO LONG 12.000,0000 NLBNPIT12JZ6 15/12/2021

SCENARIO RIBASSISTA

Strategie short valutabili da 16.025 punti con stop loss a 16.100 punti e target a 15.900 punti.

PRODOTTO BARRIERA ISIN SCADENZA

TURBO SHORT 18.500,0000 NLBNPIT12KD1 15/12/2021

TURBO SHORT 18.000,0000 NLBNPIT12KC3 15/12/2021