Le quotazioni del DAX sono arrivate nel giorno del meeting della Banca Centrale Europea con una situazione grafica piuttosto complessa. Se la barra di estensione ribassista del 6 settembre 2021 sembrava aver aperto le porte ad un nuovo impulso verso i massimi storici, la giornata di contrattazioni di ieri ha dato un segnale negativo. Per la prima volta dal 5 agosto 2021, il principale indice di Borsa tedesco ha infatti effettuato una chiusura al di sotto del supporto in area 15.800-15.750 punti. La rottura di supporti come il livello orizzontale espresso dai top del 16 giugno 2021, la linea di tendenza ottenuta collegando i massimi del 13 e 18 agosto 2021 e quella che unisce i minimi del 19 e 27 agosto 2021, apre ora le porte ad un ritorno verso il successivo sostengo a 15.500 punti. Al contrario, un ritorno al di sopra dei 15.800 punti potrebbe riportare la positività anche nel breve periodo. In tal caso, i corsi avrebbero infatti la possibilità di tornare all’interno della fase di lateralità menzionata prima, tornando a mirare all’area psicologica dei 16.000 punti. Da un punto di vista operativo, si potrebbero valutare strategie di matrice long da 15.820 punti, con stop loss identificabile a 15.650 punti e obiettivo a 16.005 punti. Al contrario, l’operatività di stampo short potrà essere valutabile da 16.000 punti. In tal caso lo stop loss sarebbe localizzato a 16.050 punti, mentre il target a 15.900 punti.

SCENARIO RIALZISTA

Strategie long valutabili da 15.820 punti con stop loss a 15.650 punti e obiettivo a 16.005 punti.

PRODOTTO BARRIERA ISIN SCADENZA

TURBO LONG 12.500,0000 NLBNPIT12K08 15/12/2021

TURBO LONG 12.000,0000 NLBNPIT12JZ6 15/12/2021

SCENARIO RIBASSISTA

Strategie short valutabili da 16.000 punti con stop loss a 16.050 punti e target a 15.900 punti.

PRODOTTO BARRIERA ISIN SCADENZA

TURBO SHORT 18.500,0000 NLBNPIT12KD1 15/12/2021

TURBO SHORT 18.000,0000 NLBNPIT12KC3 15/12/2021