Dopo aver toccato nuovi massimi storici in zona 15.500 punti, le quotazioni del DAX hanno iniziato a correggere leggermente. La barra dello scorso 16 aprile è particolarmente importante in quanto un suo riassorbimento, specie se seguito dalla violazione del supporto a 15.180 punti, permetterebbe ai venditori di dare il via a una correzione. L’importanza di questa zona è ancora più evidente se si pensa che sui minimi della barra di venerdì scorso passa il 23,6% del ritracciamento di Fibonacci disegnato a partire dai minimi del 25 marzo 2021. Oltre a questo, sul 38,2% di questo ritracciamento (a 15.106 punti) passa la linea di tendenza ottenuta collegando i minimi del 26 febbraio e 5 marzo 2021. Attualmente cercare di intercettare gli short rimane complesso, specie perché la struttura di base rimane orientata al rialzo. Rimane quindi importante attendere una violazione dei sostegni appena menzionati prima di tentare di intercettare un movimento discendente più esteso. Al contrario, i compratori potrebbero sfruttare l’approdo sul livello di concentrazione di domanda a 15.250 punti per riprendere l’uptrend in atto. Operativamente, si potrebbero valutare strategie long in area dei 15.250 punti con stop loss a 15.180 punti e obiettivo a 15.450 punti. L’operatività di matrice short è valutabile con la discesa al di sotto dei 15.180 punti e avrebbe stop loss localizzato a 15.300 punti e obiettivo a 15.100 punti.

SCENARIO RIALZISTA

Strategie long valutabili da 15.250 punti avrebbero stop loss a 15.180 punti e target a 15. 450 punti.

PRODOTTO BARRIERA ISIN SCADENZA

TURBO LONG 12.250,0000 NLBNPIT10WU4 16/06/2021

TURBO LONG 12.500,0000 NLBNPIT10CM3 16/06/2021

SCENARIO RIBASSISTA

Strategie short valutabili da 15.180 punti con stop loss a 15.300 punti e obiettivo a 15.100 punti.

PRODOTTO BARRIERA ISIN SCADENZA

TURBO SHORT 15.500,0000 NLBNPIT10CU6 16/06/2021

TURBO SHORT 15.250,0000 NLBNPIT10WX8 16/06/2021