Dopo il tentativo di ripartenza messo a segno nella seduta del 19 settembre, le vendite sono tornate a colpire il DAX, che scambia nei pressi del supporto di breve periodo a 12.600 punti. Al momento, si potrebbe ipotizzare un’estensione del ribasso verso il successivo livello di concentrazione di domanda a 12.400 punti, lasciato in eredità dai massimi del 29 aprile 2019. Se si dovesse verificare una violazione di questo sostegno, i venditori avrebbero la possibilità di portarsi verso i 12.000 punti. In tal caso, verrebbe rafforzata la tendenza ribassista in essere. Per i compratori invece, verrebbe interpretato positivamente un primo impulso ascendente oltre la soglia psicologica dei 13.000 punti. Se ciò dovesse avvenire, si aprirebbero scenari positivi oltre i 13.250 punti in primis, per poi passare ai 13.500 punti, dove passano la linea di tendenza ottenuta collegando i massimi del 21 giugno e 20 luglio 2022 e quella che unisce i top del 5 gennaio e 6 giugno 2022. Da un punto di vista operativo, si potrebbero sfruttare le eventuali ripartenze dai 12.400 punti per valutare strategie long. Lo stop loss sarebbe identificabile a 12.300 punti, mentre l’obiettivo sarebbe posizionabile a 12.600 punti. Al contrario, l’operatività short sarebbe valutabile dalle resistenze a 13.270 punti. Lo stop loss sarebbe posto a 13.500 punti e il target a 12.900 punti. 

SCENARIO RIALZISTA

Strategie long valutabili da 12.400 punti con stop loss a 12.300 punti e obiettivo 12.600 punti.

PRODOTTO BARRIERA ISIN SCADENZA

TURBO LONG 10.077,0500 NL0014922841 OPEN END

TURBO LONG 10.630,4800 NL0014922858 OPEN END

SCENARIO RIBASSISTA

Strategie short valutabili da 13.270 punti con stop loss a 13.500 punti e obiettivo a 12.900 punti.

PRODOTTO BARRIERA ISIN SCADENZA

TURBO SHORT 15.335,8500 NLBNPIT17L85 OPEN END

TURBO SHORT 15.719,7800 NLBNPIT11V22 OPEN END