Le quotazioni del DAX sono riuscite a rialzare la testa dopo aver effettuato il test del supporto fornito dai 15.500 punti, lasciato in eredità dai massimi del 16 aprile 2021. Dopo l’uscita dalla situazione di inside che si è venuta a creare tra le giornate del 27 e 28 luglio 2021, il principale indice di Borsa tedesco sembra essere tornato a mirare al fondamentale livello di concentrazione di offerta posto nell’intorno dei 15.750 punti. Qui transitano infatti due importanti ostacoli: il primo fornito dal livello statico ereditato dai top del 14 giugno 2021, il secondo dalla trendline che unisce i minimi del 13 maggio e 21 giugno 2021. Se questa zona dovesse venire superata, i corsi avrebbero la possibilità di aggiornare i massimi storici tentando un approdo verso la successiva soglia psicologica dei 16.000 punti. Al contrario, per tornare in vantaggio i venditori dovrebbero assistere ad una discesa al di sotto dei 15.500 punti, che permetterebbe alle quotazioni di tornare a testare la zona dei 15.250 punti. Da un punto di vista operativo, si potrebbero valutare strategie di matrice long da 15.280 punti, con stop loss identificabile a 15.150 punti e obiettivo a 15.600 punti. Al contrario, l’operatività di matrice short può essere valutata sulla rottura del supporto a 15.500 punti e avrebbe stop loss localizzato a 15.650 punti e target posizionabile a 15.300 punti.

SCENARIO RIALZISTA

Strategie long valutabili da 15.280 punti con stop loss a 15.150 punti e target a 15.600 punti.

PRODOTTO BARRIERA ISIN SCADENZA

TURBO LONG 12.500,0000 NLBNPIT12K08 15/12/2021

TURBO LONG 12.000,0000 NLBNPIT12JZ6 15/12/2021

SCENARIO RIBASSISTA

Strategie short valutabili da 15.500 punti con stop loss a 15.650 punti e obiettivo a 15.300 punti.

PRODOTTO BARRIERA ISIN SCADENZA

TURBO SHORT 18.500,0000 NLBNPIT12KD1 15/12/2021

TURBO SHORT 18.000,0000 NLBNPIT12KC3 15/12/2021