Doccia fredda su taglio tassi da Williams (Fed), oggi occhi su indici IFO

Le quotazioni dei principali indici di Borsa a livello globale hanno registrato una seduta caratterizzata da segni misti venerdì.

doccia-fredda-taglio-tassi-williams-fed-occhi-indici-ifo

Le quotazioni dei principali indici di Borsa a livello globale hanno registrato una seduta caratterizzata da segni misti venerdì. Dopo gli appuntamenti con le riunioni di politica monetaria della Federal Reserve, BCE e BoE, sono arrivate nuove indicazioni dai banchieri centrali. Il presidente della Fed di New York, John Williams, ha affermato che i tagli dei tassi al momento non sono argomento di discussione per la banca centrale USA. “Non stiamo davvero parlando di tagli dei tassi in questo momento.

Siamo molto concentrati sulla questione che abbiamo di fronte, che, come ha detto il presidente Powell, è: abbiamo portato la politica monetaria a un orientamento sufficientemente restrittivo per garantire che l’inflazione torni al 2%? Questa è la domanda che abbiamo davanti”, ha detto alla CNBC. Il banchiere ha affermato che la Fed rimarrà dipendente dai dati e, se la tendenza al ribasso dell’inflazione dovesse invertirsi, è pronta a inasprire nuovamente la politica monetaria. Mercoledì scorso la Banca centrale USA ha lasciato i tassi fermi nella sua ultima riunione dell’anno.

Gli analisti si aspettano tagli ai tassi ad una mediana del 4,6% entro la fine del 2024, ovvero tre riduzioni da 25 punti base rispetto all’attuale range tra il 5,25% e il 5,5%. Questa settimana l’attenzione degli operatori sarà focalizzata, tra gli altri dati, sulle letture del PIL degli Stati Uniti relativo al terzo trimestre del 2023 e soprattutto sull’inflazione dell’Eurozona e il deflatore PCE degli USA, proprio dopo le decisioni della scorsa settimana dei governatori della BCE e Fed.

I MARKET MOVER

Giornata scarna di dati macroeconomici di rilievo quella odierna. Oggi gli operatori saranno concentrati sugli indici IFO della Germania (dicembre) e sull’indice NAHB degli Stati Uniti (dicembre). Lato Banche centrali si attendono i discorsi dei componenti della BCE Schnabel, Vujcic, Wunsch.

Leggi Anche

grafico-analisi-mercato-azionario

Investimenti Bnp Paribas

15 feb 2024