Dal massimo relativo toccato il 21 luglio scorso a 8,5 euro, Enel ha intrapreso un lento declino. Con la seduta di ieri il titolo ha tranciato di netto in un solo colpo sia la media mobile 200 periodi e il livello statico dei 7,2 euro, che coincide con il 38,2% di Fibonacci (di tutto l’uptrend avviato a marzo 2020). Il prossimo supporto chiave è quello a 6,8 euro che, se infranto, potrebbe innescare ribassi verso 6,5 e 6 euro. Al rialzo, invece, bisognerà attendere il recupero dei 7,2 euro per aspirare a un ritorno in area 7,6 e 8 euro.

SCENARIO RIALZISTA

Long sopra 7,2 euro, con stop sotto 6,8 euro. Target a 7,6 e 8 euro.

SCENARIO RIBASSISTA

Short sotto 6,8 euro, con stop sopra 7,2 euro. Target 6,5 e 6 euro.