Eni si è riportata poco sopra il livello chiave dei 7,6 euro, ma servirà un movimento al rialzo più forte per migliorare il sentiment di mercato sul titolo. Un primo segnale in questa direzione si avrebbe con il superamento della resistenza a 8 euro e della trend line ribassista di breve periodo costruita sui massimi di giugno e luglio. Il target successivi si collocano a 8,3 e 9 euro. Al ribasso, invece, la rottura del supporto importante a 7 euro confermerebbe il sentiment avverso sul titolo con possibili discese verso i minimi di marzo a 6,2 euro.

SCENARIO RIALZISTA

Long sopra 8 euro, con stop sotto 7 euro. Target a 8,3 e 9 euro.

SCENARIO RIBASSISTA

Short sotto 7 euro, con stop sopra 8 euro. Target 6,2 e 6 euro.