E' guerra aperta tra Leonardo Del Vecchio e i soci francesi in EssilorLuxottica, società nata dalla fusione che ha portato lo scorso ottobre alla nascita del pi grande gruppo al mondo nel mercato della produzione di lenti e occhiali da vista e da sole. Dopo le accuse verbali circolate nelle scorse settimane, con la minaccia di procedere anche per vie legali, adesso Del Vecchio, presidente esecutivo e primo azionista con una quota del 32,5% di EssilorLuxottica (anche se i diritti di voto sono bloccati al 31% del capitale) ha deciso di passare alle vie di fatto. Così la Delfin, holding di Leonardo del Vecchio, ha fatto domanda di arbitrato presso la Camera di Commercio Internazionale per accertare le presunte violazioni dell'accordo di integrazione fra Luxottica ed Essilor che sarebbero state commesse dal vicepresidente esecutivo di EssilorLuxottica, Huiber Sagnieres, e ottenere così un'ingiunzione a rispettare i patti fino alla scadenza. In base agli accordi di fusione, Del Vecchio e Sagnieres hanno pari poteri sia all'interno di EssilorLuxottica sia all'interno del consiglio di amministrazione.

PRODOTTO SOTTOSTANTE CODICE ISIN SCADENZA

MINI SHORT ESSILORLUXOTTICA NL0013308232 19/12/2025