Ferragamo è scivolato con volatilità sotto il livello chiave dei 12,8 euro, dando un chiaro segnale negativo. In caso di debolezza fin sotto quota 11,2 euro possibili accelerazioni al ribasso verso 10 euro e poi i minimi toccati lo scorso 16 marzo a 9,5 euro. Invece, un primo segnale positivo si avrebbe con il superamento con forza dei 12,8 euro per poi puntare ai successivi target a 14,2 e 15,8 euro. Solo raggiunto quest’ultimo livello si chiuderebbe il gap formatosi alla seduta del 24 febbraio.

SCENARIO RIALZISTA

Long sopra 12,8 euro, con stop sotto 11,2 euro. Target a 14,2 e 15,8 euro.

SCENARIO RIBASSISTA

Short sotto 11,2 euro, con stop sopra 12,8 euro. Target a 10 e 9,5 euro.