L’Italia è in trattative con l’UE su come proteggere i produttori di supercar, tra cui Ferrari, dalla prevista eliminazione dei veicoli con motore a combustione. A luglio la Commissione europea aveva annunciato l’intenzione di eliminare gradualmente le vendite di nuove auto con motore a combustione entro il 2035, come parte dello sforzo per ridurre le emissioni inquinanti. Questa tempistica è particolarmente impegnativa per i produttori di auto di lusso che producono veicoli con motori potenti che emettono livelli di inquinamento superiori alla media. Tuttavia, queste case automotive hanno vendite significativamente inferiori rispetto ai competitor di fascia medio-bassa. Il numero di veicoli interessati da un’esenzione rappresenterebbe dunque una frazione di un mercato che conta milioni, ha detto a Bloomberg Cingolani, ex direttore non esecutivo di Ferrari. Il produttore italiano presenterà il suo primo veicolo che funziona interamente a batterie nel 2025.

SCENARIO RIALZISTA

Strategie long valutabili da 186 euro con stop loss a 181 euro e obiettivo a 194 euro.

PRODOTTO BARRIERA ISIN SCADENZA

TURBO LONG 172,4634 NLBNPIT142W9 OPEN END

TURBO LONG 159,7872 NLBNPIT12273 OPEN END

SCENARIO RIBASSISTA

Strategie short valutabili da 180 euro con stop loss a 185 euro e obiettivo a 165 euro.

PRODOTTO BARRIERA ISIN SCADENZA

TURBO SHORT 230,6047 NLBNPIT146Y6 OPEN END

TURBO SHORT 217,5152 NLBNPIT12F62 OPEN END