Negli scorsi giorni Ferrari ha comunicato un cambio ai vertici: Benedetto Vigna sarà il nuovo AD a partire dal prossimo 1° settembre. Il nuovo CEO dell’azienda proviene da STMicroelectronics, dove svolge il ruolo di Responsabile del Gruppo Analogici, MEMS (Micro-electromechanical Systems) e Sensori, oltre ad essere componente del Comitato Esecutivo della società. Con l’arrivo di Vigna e grazie alle sue esperienze nell’industria dei semiconduttori, il gruppo di Maranello punta ad accelerare nello sviluppo delle tecnologie di ultima generazione. La priorità dell’AD sarà quella di assicurare la leadership di Ferrari come produttore delle auto più belle e tecnologicamente avanzate al mondo. Da un punto di vista operativo, su Ferrari si potrebbero valutare strategie di matrice long da 171,80 euro, con stop loss localizzato a 167,80 euro e obiettivo a 180 euro. Al contrario, l’operatività short sarà valutabile da 177 euro con stop loss identificabile a 183 euro e il target a 170 euro.

SCENARIO RIALZISTA

Strategie long valutabili da 171,80 euro con stop loss a 167,80 euro e obiettivo a 180 euro.

PRODOTTO BARRIERA ISIN SCADENZA

TURBO LONG 130,0000 NLBNPIT12TQ4 17/12/2021

TURBO LONG 140,0000 NLBNPIT12TR2 17/12/2021

SCENARIO RIBASSISTA

Strategie long valutabili da 177 euro con stop loss identificabile a 183 euro e il target a 170 euro.

PRODOTTO BARRIERA ISIN SCADENZA

TURBO SHORT 210,0000 NLBNPIT12ZQ1 17/12/2021

TURBO SHORT 200,0000 NLBNPIT12TW2 17/12/2021