Nella seduta di ieri le quotazioni dei principali indici di Borsa a livello globale hanno beneficiato di un rialzo. Ad attirare le attenzioni degli investitori sono state le rilevazioni macroeconomiche arrivate dagli Stati Uniti. Le vendite al dettaglio di agosto sono salite dello 0,7% fornendo dei segnali positivi sulla forza dell’economia USA anche mentre aumentano i contagi causati dalla variante Delta. Per quello che riguarda il mercato del lavoro invece, è da segnalare come le richieste di sussidi siano salite a 332mila unità nell’ultima settimana. La crescita della rilevazione è stata guidata dalla Louisiana, penalizzata dall’impatto dell’uragano Ida. Sul fronte dei vaccini anti-Covid, Pfizer e Moderna hanno dichiarato che la protezione dei loro sieri a mRNA diminuisce nel tempo. Per la soluzione vaccinale di Pfizer e BioNTech, alcuni studi hanno messo in luce come la copertura diminuisce del 6% circa ogni 60 giorni dopo la seconda dose, passando dal 96,2% all’83,7% dopo quattro mesi. Intanto è prevista per oggi la riunione della Food and Drug Administration per l’approvazione della terza dose. Intanto in Cina la questione Evergrande continua a preoccupare i mercati, con le Autorità di Pechino che hanno iniziato le discussioni per una ristrutturazione del debito. In Europa invece, i mercati sono particolarmente nervosi per l’aumento dei prezzi dell’energia, situazione che secondo diversi analisti potrebbe persistere per tutto l’inverno. Lato politiche monetarie, è da segnalare come Olli Rehn, componente del board della BCE, ha dichiarato che i Governi dovrebbero prepararsi ad un rialzo dei tassi che prima o poi si concretizzerà.

FOCUS SULLA FIDUCIA DEI CONSUMATORI USA

Nella giornata odierna gli operatori dei mercati finanziari saranno concentrati su una manciata di dati macroeconomici riguardanti il Vecchio Continente e gli Stati Uniti. Durante la mattinata gli investitori attenderanno il dato dell’inflazione dell’Eurozona (agosto, finale). Nel pomeriggio, l’attenzione degli operatori passerà oltreoceano per la pubblicazione dei dati macro degli USA. Focus sul dato della fiducia dei consumatori elaborato dall’Università del Michigan (settembre preliminare). Segnaliamo inoltre che la giornata sarà caratterizzata dalle scadenze tecniche (“quattro streghe”).